QUEI PIR FORSE COMPRATI CON LO SPECCHIETTO RETROVISORE

Gestori banche e reti di vendita festeggiano l’incredibile successo nel 2017 dei PIR, i Piani Individuali di Risparmio. Questi fondi sottoscritti sull’euforia (anche un po’ irrazionale del bonus fiscale che non è l’unico fattore da prendere in considerazione quando si investe) l’anno scorso (ma la raccolta continua a pieno ritmo) sono andati a ruba.

L’ 11 dicembre 2016 il governo introduceva questo nuovo strumento finanziario nel panorama del risparmio gestito: i Piani Individuali di Risparmio, detti PIR. Sono stati resi noti nelle scorse settimane i dati consuntivi dove è emerso come nel 2017 la raccolta è stata pari a 11 miliardi di euro (ovvero 1/10 della raccolta totale dell’industria del risparmio gestito è confluita in questi prodotti). L’importo medio investito è stato di 13 mila euro e 500 mila risparmiatori (sugli 800 mila che hanno comprato un PIR) erano “novizi”: ovvero era la prima che compravano un fondo comune di investimento.

Tutto quello che dovreste sapere sui PIR e che non troverete sui giornali o nelle brochure di questi prodotti 

Quanti risparmiatori hanno scelto i PIR per le performance fatte fino a quel momento dal mercato in cui avrebbero investito questi prodotti? Le performance a 5 anni del mercato azionario italiano erano una bellezza.  Dal 02/08/2012 al 02/08/2017 l’indice della Borsa Italiana è passato da 15000 a 23800 punti pari a una performance del +67,55%. L’indice delle società mid cap italiane nello stesso periodo è salito addirittura del 178%. I giornali mostravano rendimenti molto positivi della Borsa Italiana fino a quel momento. Nessuno a memoria citava i momenti anche bui della Borsa Italiana per esempio quando dal 23 maggio 2007 al 13 marzo 2009 aveva perso il 63% del proprio valore o quando dal 8 marzo 2000 al 15 marzo 2003 aveva perso il 52%.

A quanti risparmiatori sono stati mostrati sui giornali o dai propri consulenti i rendimenti decennali a fine 2016 del mercato su cui i PIR avrebbero investito? Un poco invogliante -50% per l’indice Ftse All Share e un -70% per l’indice Ftse Italia Small Cap.

 

Nell’ultimo anno i fondi PIR hanno avuto performance a macchia di leopardo.  Al di là del bonus fiscale che offrono tutti i fondi PIR compliant le performance e i costi come si vede nella tabella sottostante possono essere molto diversi, pur avendo diviso i fondi per macro-categorie significative per non confrontare mele con pere.

I fondi PIR sono stati raggruppati nella tabella che abbiamo preparato in funzione della categoria a cui appartengono

  • fondi Azionari Italia che investono su società ad alta e media capitalizzazione (Azionari Italia – Large & Mid Cap)
  • fondi azionari Italia che investono principalmente su società…
Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check up gratuito e una valutazione del tuo portafoglio

PARLA CON NOI