SU RADIO BORSA PARLA MARCO BOGLIONE (N.1 DI BASICNET): E’ DURA MA L’ITALIA CON PIÙ IMPRESA CE LA PUÒ FARE

Nel quarto episodio di “La Borsa & la Vita” su RadioBorsa (la podcast radio di SoldiExpert.com disponibile su RadioBorsa.com, tramite app gratuita su tutti gli smartphone e le piattaforme principali tipo Spotify, Spreaker, Google Podcast, iTunes…) questa volta abbiamo ospite Marco Boglione, il presidente nonché maggior azionista di una società quotata a Piazza Affari, BasicNet.

Azienda proprietaria dei marchi Kappa, Robe di Kappa, K-Way, Superga, Jesus Jeans, Briko e Sebago che nelle scorse settimane ha annunciato per il 2019 risultati record con vendite aggregate per oltre 1 miliardo di euro.

In un momento così complicato per l’Italia e non solo per l’effetto Coronavirus ci sembrava interessante parlare con un imprenditore che ha dovuto affrontare tanti su e giù non solo delle Borse in un settore non certo facile e dove si trova a competere con giganti dal fatturato spesso 20/30 volte più grandi nel mercato globale.

E la storia di Robe di Kappa e prima di Maglificio Calzificio Torinese (M.C.T) è la storia di un’impresa italiana che ha saputo nei decenni resistere ad avversità fortissime grazie alla fantasia e a soluzioni visionarie.

Ascolta l’intervista completa

Personalmente ho conosciuto Marco Boglione pochi mesi dopo che rilevava dal fallimento il marchio Robe di Kappa e Kappa e la società che li possedeva (Maglificio Calzificio Torinese) con un’operazione che sembrava a molti temeraria. La stessa società in cui Marco Boglione a fine anni ’70 aveva iniziato a lavorare al marketing, mentre ancora studiava tutt’altro, grazie a un incontro fortuito con Maurizio Vitale, proprietario allora e n. 1 geniale che fra gli anni ’70 e inizio ’80 portava questa società torinese a conquistare il mondo di questa società (compreso il mercato dei jeans anche nella “comunistissima” Unione Sovietica oltre che portare il marchio Kappa negli Stati Uniti grazie alle Olimpiadi del 1984 sponsorizzando la Nazionale di Atletica Leggera).

Marco Boglione lascia il Maglificio Calzificio Torinese per seguire anche i desideri di famiglia e poi avviare delle sue iniziative imprenditoriali. Rientra qualche anno più tardi in modo clamoroso da proprietario dopo la tragica morte di Maurizio Vitale per una terribile malattia che si ripercuote 7 anni dopo nel fallimento del Maglificio Calzificio Torinese titolare dei marchi Robe di Kappa, Kappa, Jesus.

Prima di rientrare in Kappa da dipendente a proprietario Marco Boglione aveva seguito nel frattempo il suo istinto imprenditoriale con tantissime iniziative (non tutte andate a buon fine come succede in qualsiasi impresa) di cui alcune fortunate come Mototaxi fondata con la prima moglie per la consegna dei documenti in scooter ma anche cataloghi di vendita per corrispondenza quasi di ogni tipo oltre che l’importazione delle bici Cannondale per la prima volta in Italia.

Un vero imprenditore seriale che intuisce le potenzialità dell’abbigliamento informale e sportivo e delle sponsorizzazioni in un periodo in cui la Kappa con Maurizio Vitale alla tolda di comando diventa sponsor della Nazionale di Atletica Leggera degli Stati Uniti nel 1984 stupendo il mondo (Carl Lewis, Edwin Moses e Florence Griffith indossano capi Kappa solo per citare alcuni protagonisti di quell’olimpiade).

Dieci anni dopo il 28 ottobre 1994 la Football Sport Merchandise di Marco Boglione si aggiudica all’asta fallimentare i marchi, l’immobile e le attività dell’azienda Maglificio Calzificio Torinese. E moltissimi dipendenti di quella storica società ritornano così al lavoro.

E Boglione non solo rileva i marchi per sfruttare al meglio la notorietà di un tempo ma crea grazie anche alle nuove tecnologie un network che mette in contatto produttori e distributori in tutto il mondo, offrendo loro l’opportunità di sviluppare i brand in modo indipendente come licenziatari. Ed è uno dei primi licenziatari ex Kappa (quello giapponese) a finanziare la sua acquisizione da 21 miliardi di lire iniziali e fare l’unica offerta al Tribunale Fallimentare di Torino nel 1994.

Con Marco Boglione ci conosciamo qualche mese dopo quando facevo ancora il giornalista per un articolo che devo scrivere sui “nuovi imprenditori emergenti”.

Una delle sue prime aziende, la Football Sport Merchandise (F.S.M.) l’avevo conosciuta per la prima volta da ragazzo a Torino perché davanti allo stadio Comunale un gruppo di tifosi distribuiva un volantino per ricevere il catalogo per acquistare la maglia ufficiale della Juventus (e poi di altre squadre).

Con una visione lungimirante Marco Boglione e il suo socio dell’epoca, Luciano Antonino, si buttavano in questa impresa. La prima maglia con sponsor tecnico in Italia è stata proprio della Robe di Kappa a fine anni ’70 ed era stata quella della Juventus.

Non esisteva allora ancora un’idea precisa di cosa fosse la sponsorizzazione e il regolamento Fifa infatti non prevedeva nulla a riguardo.

Tante sfide difficili poi e imprese anche apparentemente impossibili come quelle di rilanciare marchi che sembravano finiti e sull’orlo del fallimento.

Come Superga, la scarpa degli italiani, acquisita nel 2007 dal tribunale fallimentare di Milano o K-Way che “resuscita” rilevandolo dal 2004 quando sembrava un marchio finito nel dimenticatoio e riposizionandolo completamente e facendolo diventare un vero fenomeno di vendite e di stile.

In tempi di paura del futuro e dello spettro di una nuova grande crisi ci sembrava utile e interessante raccontare la sua storia imprenditoriale e conversare su diversi temi non solo legati al business.

In RadioBorsa parliamo di “Borsa & di Vita” e la vita di questo imprenditore torinese che conosciamo da molti anni è stata caratterizzata da su e giù pazzeschi come quelli di molti imprenditori. sfide vinte e sfide anche perse.

“Il lavoro dell’imprenditore è bello ma ci vuole tanta pazienza; la caratteristica più succulenta degli imprenditori, quelli veri, è la pazienza, non mollano mai. Tutti dovrebbero sognare di fare l’imprenditore, è quello che ci vuole per il Paese, per la società, per tutti… “ conclude l’intervista Marco Boglione. Il numero di  di persone che vogliono fare gli imprenditori in Italia è quasi 100 volte alle “vocazioni” negli Stati Uniti. Se si vuole vedere più forte il nostro Paese è fondamentale sviluppare e favorire l’imprenditorialità in tutti i modi e non il contrario insomma.

 

C’è una grande novità: l’app RadioBorsa da scaricare gratis sul telefonino

 

Un’intervista decisamente ricca di spunti e tutta da ascoltare e un contenuto audio esclusivo che potete ascoltare seduti di fronte al pc o anche camminando con le cuffiette e lo smartphone. Ascolta questo episodio qui o tramite tutte le principali piattaforme podcast (Spreaker, Apple Podcast, Soundcloud, Stitcher, Google Podcast) o direttamente su RadioBorsa.com (la podcast radio di SoldiExpert SCF, società di consulenza finanziaria indipendente) dove è possibile accedere a oltre 33 ore di interviste e approfondimenti audio che abbiamo realizzato in questi anni partecipando anche come esperti di finanza personale a Radio24, RadioInBlu, Radio Capital

Ed  è possibile scaricare l’app ufficiale di RadioBorsa per avere sul proprio telefonino tutti gli episodi ed essere aggiornati sui nuovi. Basta scaricare gratuitamente l’app RadioBorsa (scritto tutto attaccato naturalmente) dall’App Store per chi possiede un iPhone o un iPad o dal Play Store se si possiede un telefonino con sistema operativo Android (Samsung, Lg, HTC, Xiaomi, Honor, Huawei e tutti gli altri..)

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI