Rassegna stampa. VENETO BANCA, AGGREGAZIONE O BORSA (La Tribuna di Treviso)

Su “La Tribuna di Treviso” (ma anche “Il Mattino” di Padova, “Il Corriere delle Alpi” di Belluno e “La Nuova Venezia” di giovedì 23 luglio in tema di quotazione ed eventuale aumento di capitale dell’Istituto di Montebelluna è stata ospitata l’opinione di Salvatore Gaziano, direttore Investimenti di SoldiExpert SCF, che sul tema delle banche non quotate ha scritto numerosi articoli e report in questi anni (vedi qui per esempio) segnalando il rischio di illiquidità e di valutazioni troppo generose di questi istituti, tema poi diventato di scottante attualità negli ultimi mesi.

Cliccando sull’immagine sotto potete accedere all’articolo completo in formato più grande.

 

articolo Tribuna TV 23 luglio
il commento sulla nostra pagina Facebook (clicca qui per visualizzarla e iscriverti) :

Contrordine, piccoli risparmiatori. Per anni i vertici delle banche non quotate hanno detto peste e corna della Borsa e venduto le loro azioni ai risparmiatori senza che avessero un reale mercato e su valutazioni molto generose poco “indipendenti”. E va detto che ad alcuni risparmiatori la cosa piaceva perchè credevano di aver trovato la formula della botte piena e della moglie ubriaca. Azioni che non davano forti “stress” con andamento apparentemente svincolato dall’ottovolante dei mercati con il beneficio di dividendi discreti.
E in alcuni casi la vendita delle azioni pare fosse pure piuttosto forzata del tipo “se vuoi ottenere questo finanziamento io faccio un favore a te e tu ne fai uno a me, acquistando un pacchetto delle azioni della nostra banca”.
Ma i nodi vengono prima o poi sempre al pettine. E questo tipo di banche (in alcuni casi coinvolte anche in vicende giudiziarie o di indagine da parte delle autorità di controllo) hanno dovuto negli scorsi mesi svalutare le azioni e richiedere soldi al mercato sotto forma di aumenti di capitale.
L’investimento sicuro…non era così sicuro.
Solo ora purtroppo molti azionisti che vogliono uscire da questo investimento (perchè magari hanno bisogno disperato di liquidità come diversi risparmiatori veneti ci hanno raccontato) scoprono che questa storia di detenere investimenti liquidi e liquidabili non è proprio una cosa assurda.
E i vertici di alcune di queste banche come Veneto Banca e Popolare di Vicenza parlano oramai come strada maestra di quotarsi in Borsa per uscire dall’angolo in cui si sono cacciate probabilmente pressate anche dalle autorità di controllo e da un numero sempre più elevato di risparmiatori che chiede di uscire e oggi non può perchè queste banche non possono ricomprarsi le azioni e trovare qualcuno che se le ricompra ai prezzi attuali non è proprio facile come dirsi.
Una lezione doppia che i risparmiatori dovrebbero tenere a mente:
1) se investi su una cosa illiquida valuta prima di tutto gli aspetti negativi…
2) il prezzo di qualsiasi attività in cui si investe non è una variabile indipendente

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI