Front running: mega gestore di fondi investimento scoperto con 8,1 milioni di euro sul conto personale

Tra i reati finanziari peggiori troviamo il front running. Un gestore di fondi ha commesso il reato guadagnando 8 milioni di euro e poi è stato scoperto. Ecco come è andata la vicenda

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOL Summit 2021

(il contenuto intero di questa analisi è stata pubblicata in anteprima nella nuova Lettera Settimanale che viene inviata ogni martedì agli iscritti al nostro sito insieme ad altri contenuti speciali: è possibile registrarsi gratuitamente qui nel caso non si fosse già registrati al nostro sito)

Un gestore di fondi ha guadagnato 8 milioni di dollari in modo fraudolento. Beccato con le mani nel sacco si è difeso così: “mi davano troppo poco di stipendio (solo 440 mila euro) e avevo perso dei soldi investendo in Borsa.”

Ma cosa è successo? Addentriamoci in questa storia spiegando prima il reato finanziario per cui il gestore è stato condannato e poi ripercorriamo le sue gesta.

 

 

Front running: il peggiore reato finanziario. Cos’è?

 

Uno dei reati finanziari più odiosi è il front running. Cos’è? La parola ci dice già qualcosa di questo reato finanziario, perché front running in inglese vuole dire “correre prima”. Ma chi corre, prima di chi e per fare cosa?

Chiariamo subito che stiamo parlando di un reato finanziario e che può essere commesso solo da un determinato operatore professionale di mercato: il gestore di un fondo comune di investimento, un veicolo finanziario che gestisce centinaia di milioni fino anche a migliaia di miliardi di dollari per conto di risparmiatori, banche o stati. In pratica il gestore di un fondo muove enormi quantità di denaro che impiega di volta in volta per comprare azioni, obbligazioni, materie prime, valute e qualsiasi strumento finanziario che il fondo sia autorizzato a comprare.

Il gestore di un fondo comune di investimento ha quindi un potere enorme e soprattutto ha notizie che altri non hanno. E perché lui ce l’ha e gli altri no? Perché lui è il gestore di un fondo comune di investimento. Gli altri sono il mercato fatto da investitori piccoli e grandi, come il gestore. Ma magari più onesti di lui.

Cosa fa il gestore a cui piace “vincere facile”? Sa che il fondo che gestisce sta per piazzare un grosso ordine per esempio su un’azione. Sa che in seguito a quell’ordine il prezzo dell’azione per qualche ora salirà. Cosa fa il gestore disonesto? La compra prima. E la rivende poco dopo. Ovviamente con un profitto sicuro.

Il gestore del fondo in pratica “corre prima” del fondo, ovvero compra prima per lui le azioni che il fondo si appresta a comprare, sapendo cosa succederà sul mercato da lì a breve: un’impennata del prezzo del titolo.

Questa pratica vietata dalla legge è stata messa in atto da un gestore di fondi tedesco che voleva rifarsi due volte. Per le perdite subite in Borsa e per quello che secondo lui era un magro stipendio. La storia su questo reato finanziario la racconta Salvatore Gaziano nella Lettera Settimanale che puoi ricevere anche tu come ti spiego in fondo a questo video.

 

>>GUARDA IL VIDEO

 

 

Il colpaccio del gestore di fondi: come è andata?

 

Il gestore di fondi era considerato un astro nascente fra i money manager tedeschi e fra le motivazioni che lo hanno portato a questo comportamento altamente scorretto e che ha fruttato oltre 8 milioni di euro di guadagni illeciti, secondo quanto è emerso finora, c’è una motivazione surreale per molti (cittadini italiani ma anche tedeschi): si è era sentito “offeso” da un aumento di stipendio inferiore del previsto. E ha deciso così in piena pandemia di “vendicarsi” quando quasi tutti i suoi colleghi e sottoposti lavoravano in smart working.

L’imputato ha detto ai giudici di aver iniziato l’insider trading poiché era profondamente deluso dalla sua retribuzione di 440.000 euro nel 2019. E che poi era un frustrato anche perché aveva perso molti soldi personali nell’investimento nelle azioni Wirecard (che aveva consigliato anche nel fondo da lui diretto) che si erano rivelate poi essere invece una Caporetto visto che il titolo era crollato nel luglio 2020 dopo che era emerso che i bilanci della superstar tecnologica tedesca specializzata in pagamenti elettronici erano tutti una frode. E di questo ne abbiamo parlato nell’articolo dedicato alla Germania, tra elezioni e scandali finanziari.

Il gestore di fondi infedele ha detto che puntava a guadagnare per “rifarsi” solo mezzo milione di euro con questi investimenti collaterali ma poi ci ha preso gusto ed è arrivato a oltre 8 milioni di euro di guadagni ed è diventato un trader addict e ha cercato di giustificarsi con i giudici dicendo che tutti questi soldi lui comunque non li ha spesi: “non avevo nemmeno idea di usare questi soldi”.

 

Lettera Settimanale

LA NOSTRA LETTERA SETTIMANALE... WOW!

Tieni sempre acceso un radar sui mercati! Ricevi gratis, ogni martedì, il meglio delle nostre analisi sulla tua casella email

Acconsento al trattamento dei dati per scopi di marketing, comunicazione e promozione da parte esclusiva di SoldiExpert SCF. I miei dati non saranno trasmessi a terzi e trattati nel rispetto della normativa

 

Ora questo gestore è sotto processo, è stato denunciato dal suo stesso datore di lavoro che si è a un certo punto accorto che qualcosa non quadrava e rischia 4 anni di carcere insieme anche a un suo amico di lunga data.

“Per me era solo questione di pochi clic del mouse”, ha detto ai giudici. In un normale giorno di negoziazione, acquistava e vendeva azioni per un valore di 500 milioni di euro per conto del suo datore di lavoro ed era consapevole che i grandi ordini effettuati dall’Unione spostavano i prezzi delle azioni, in media dallo 0,6 allo 0,8 per cento. In un esempio del suo front-running, ha speso € 913.000 in opzioni call per azioni di Deutsche Post pochi secondi prima di piazzare un grosso ordine delle azioni per conto di Union che ha spostato il prezzo delle azioni del 2,7%. Ha venduto le opzioni nel giro di un’ora, realizzando un profitto di 227.000 euro.

“Il miglior modo di prevedere il futuro è crearlo” pare abbia detto un tempo Abramo Lincoln. Il gestore lo ha preso in parola.

Guardando alla Germania in generale in questo articolo un focus sul Paese tra elezioni e scandali finanziari.