Settore auto: un declino tutto italiano

Quali sono le previsioni sulla produzione di automobili? Ecco quali saranno i Paesi che vanteranno numeri record per il 2025

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Il quotidiano italiano Domani tratta il tema dell’automotive: quali sono le previsioni sulla produzione di automobili in Italia e negli altri Paesi?

Già nel 2019 la produzione di auto nel nostro Paese non aveva una gran bella reputazione, ma stando alle stime di AlixPartners, nel 2025 la situazione non sarà migliore.

La produzione di auto in Italia è in declino e questa tendenza non promette bene per il settore italiano della componentistica che finora ha mostrato notevole vitalità, a dispetto dei problemi della Fiat. Nel 2025 l’Italia scivolerà all’ottavo posto per produzione di automobili in Europa: faranno meglio Germania, Spagna, Francia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Regno Unito e Polonia.

Sarà quest’ultima a completare il sorpasso nei prossimi quattro anni, grazie in particolare allo stabilimento di Tychy (in origine Fiat e ora Stellantis) che raddoppierà la produzione rispetto al 2019 anche grazie alla decisione annunciata dal neonato gruppo automobilistico di concentrare lì la nuova piattaforma del segmento B.

Secondo le previsioni di AlixPartners, la produzione di veicoli leggeri (auto e furgoni) in Italia passerà da circa 730mila pezzi del 2020 a poco più di 800mila del 2025, mentre nel frattempo la Polonia, con Volkswagen, Stellantis e Psa, più che raddoppierà la produzione sfiorando il milione di veicoli.

Il caso Tychy è un esempio di delocalizzazione riuscita: lo stabilimento, secondo le stime di AlixPartners, diventerà nel 2025 il terzo più grande d’Europa preceduto solo da due impianti della Volkswagen, la storica sede di Wolfsburg e quella a Mlada Boleslav nella Repubblica Ceca.

Quello della Polonia, che continua a incentivare gli investimenti stranieri nel proprio tessuto industriale, è un grande successo. Nel 2019, la Polonia non vantava alti numeri: solo circa 659 mila veicoli prodotti (ndr).

 

Perché si parla di declino italiano?

 

Il quotidiano Domani sottolinea che, mentre l’Italia ha ridotto la sua produzione di auto dislocandola altrove, le economie vicine hanno puntato sulle quattro ruote e, pur delocalizzando, sono riuscite a mantenere una consistente produzione in casa.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab