Attualità e opinioni

Materie Prime

Dal rame al petrolio. Le materie prime sono quei materiali grezzi utilizzati nei processi di lavorazione per la fabbricazione di prodotti e beni finali e sono diventati oramai anche una classe di investimento. Come giudicare questa forma di investimento e come trattarla? 

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check up gratuito e una valutazione del tuo portafoglio

PARLA CON NOI

Le azioni di Lapo Elkann crollano, quelle delle banche pure (rassegna stampa)

Le azioni di Lapo Elkann crollano, quelle delle banche pure (rassegna stampa)
Rassegna Stampa
Ti segnaliamo alcuni nostri contributi e interventi a commento dei mercati apparsi nello scorso mese sui media nazionali come partecipazioni a programmi televisivi/radiofonici o articoli sulla stampa finanziaria o sul web dove siamo stati intervistati. Ti ricordo che puoi trovare sempre a questo indirizzo la Rassegna Stampa completa su SoldiExpert SCF. Questi sono i media che nelle scorse … Continued

Moody’s boccia Unicredit ma senza l’intervento nel fondo Atlante i guai sarebbero stati ben peggiori

Moody’s boccia Unicredit ma senza l’intervento nel fondo Atlante i guai sarebbero stati ben peggiori
Borsa & Mercati - News
Secondo l’agenzia Moody's gli istituti che hanno messo soldi nel fondo Atlante come Unicredit rischiano di essere penalizzati e di dover aumentare il capitale. Da FCA al petrolio Salvatore Gaziano (SoldiExpert SCF) a "Caffè Affari" su Class CNBC del 5 aprile interviene su questi e altri temi.

ATLANTE SOSTIENE PIAZZA AFFARI E RILANCIA IL SETTORE BANCARIO

ATLANTE SOSTIENE PIAZZA AFFARI E RILANCIA IL SETTORE BANCARIO
Borsa & Mercati - News
Il mancato accordo dei paesi produttori di petrolio a Doha non affossa il mercato che a Piazza Affari resta trainato dalle ricoperture sul settore bancario dopo il varo del fondo Atlante. Che con l’aumento di capitale di Banca Popolare di Vicenza si troverà a intervenire pesantemente ma evitando il corto circuito che si sarebbe creato lasciando solo a Unicredit il peso di sottoscrivere tutto l’inoptato