(Speciale PIIGS) IL RITORNO DEL DRACMA GRECO

(Speciale PIIGS) IL RITORNO DEL DRACMA GRECO
Borsa & Mercati
In un clima arroventato dalle proteste di piazza il parlamento greco ha approvato in questi giorni le nuove misure di austerity richieste dalla Troika in cambio della terza tranche di aiuti da 31,5 miliardi di euro che è sempre sul punto di arrivare ma non arriva (e per il ministro delle Finanze greco se non si sblocca entro martedì sarà bancarotta). Per il paese europeo dell’area Pigs che sta scontando la peggiore recessione come ampiezza e durata, non si riesce a intravedere l’uscita dal tunnel della recessione. La Troika stima che la Grecia potrebbe avere bisogno di ulteriori 15 miliardi di euro entro il 2014 e di altri 17,6 per il biennio 2015-2016. Nel 2013 si stima che il debito greco raggiungerà il 188% del Pil. Quale futuro attende il paese?