Tech e STM: è qui la festa. OVS sprofonda, le banche rimbalzano

Piazza Affari prova il rimbalzo con soprattutto le banche protagoniste. Ma se si guarda all’andamento di queste ultime settimane è troppo presto per dire che il peggio è passato. A fronte del rimbalzo del +5,4% dell’indice FTSE ITALIA All Share Banks, basta ricordare che un mese fa lo stesso indice si trovava 25 punti percentuali sopra e pur considerando lo stacco dividendo importante di numerose banche siamo pur sempre a -20% sotto.

Sul mercato hanno pesato positivamente le parole del ministro dell’Economia Giovanni Tria che hanno rassicurato gli investitori esteri e soprattutto fatto scattare un po’ di ricoperture.

Debito Pubblico italiano e spread, per Tria il default Italia (come l’uscita dall’euro) non sono in discussione

Il neo ministro dell’Economia ha parlato, nell’intervista uscita nel fine settimana su Corriere della Sera, di ridurre il debito pubblico, niente deficit, no all’uscita dall’euro e sì alle grandi opere.

Parole che magari non saranno piaciute alle ali estreme della coalizione di governo formate da Lega e Movimento 5 Stelle, ma che sono sembrate miele per i mercati, preoccupati che un Paese che ha già il debito pubblico oltre il 132% del PIL possa pensare ancora di spendere come una cicala senza mai provare a tagliare nulla.

Sulle politiche economiche, ha detto Tria, “l’obiettivo è la crescita e l’occupazione. Ma non puntiamo al rilancio della crescita tramite deficit spending. Abbiamo un programma imperniato su riforme strutturali e vogliamo che agisca anche dal lato dell’offerta, creando condizioni più favorevoli all’investimento e alla occupazione”.

Vedremo se queste parole saranno tradotte in fatti ma intanto i mercati hanno mostrato di dare credito temporaneo al ministro con lo spread BTP/BUND in forte calo alla vigilia di una settimana molto importante che vede 3 delle principali banche centrali del mondo (Federal Reserve, BCE, Bank of Japan) riunirsi e annunciare decisioni importanti.

E la BCE potrebbe annunciare (oggi compra 30 miliardi al mese di titoli di Stato dei vari Paesi membri) quando finirà il Quantitative Easing ovvero il programma di acquisti di titoli di stato. Grazie al “quantitative easing” con la BCE che da 3 anni acquista a man bassa titoli di stato dell’Eurozona i rendimenti nell’area sono precipitati ai minimi storici, compresi quelli dell’Italia, facendoci risparmiare diverse decine di miliardi per effetto del minore costo di rifinanziamento del debito pubblico in scadenza.

Di questo ha parlato Salvatore Gaziano, responsabile Strategie di investimento di SoldiExpert SCF durante il collegamento con “Caffè Affari” su Class CNBC nella trasmissione condotta da Ludovica Brignola insieme ad alcuni temi caldi della seduta di ieri come i nuovi minimi di OVS e i nuovi massimi di STM.

Negozi tradizionali e centri commerciali sempre più nella bufera

Due settori, retail e tech, che stanno attraversando un momentum opposto.

Per il settore tecnologico siamo ai massimi storici come dimostra anche l’indice Nasdaq in rialzo dell’11% da inizio anno e che sta trainando Wall Street. E dove l’italo-francese STM sta godendo di una fortissima domanda e previsioni fortemente positive per il settore dei semiconduttori.

Situazione opposta per il commercio tradizionale e basato su negozi e department store dove in tutto il mondo da tempo stiamo assistendo a chiusure di serrande e tagli sempre più forti. E anche in Italia fa notizia il crollo da inizio anno del 50% di OVS, catena italiana di grandi magazzini che nonostante i buoni numeri che ha generato in questi anni sul fronte delle vendite e della redditività come del posizionamento, è caduta nella polvere dopo l’avventura finita male in Svizzera con l’acquisizione in cordata della catena svizzera Charles Vögele.

E nell’intervento su Class CNBC (canale Sky 507) abbiamo spiegato il perché e come anche aziende con fondamentali “buoni” o dividendi elevati possono dare grandi delusioni quando il mercato gira le spalle e le vendite (anche forzate come spieghiamo nel caso di OVS) prendono il sopravvento.

Clicca sull’immagine sotto per il video di oggi.

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check up gratuito e una valutazione del tuo portafoglio

PARLA CON NOI