UBS RIALZISTA SULL’EURO, RIBASSISTA SUL DOLLARO

Secondo UBS il trend rialzista dell’euro rispetto al dollaro dovrebbe continuare almeno fino a che la Fed non decida di aumentare i tassi di interesse, una mossa che non ci si aspetta prima del 2022.

“Per una volta, l’Europa sembra più stabile degli Stati Uniti: l’allentamento dei lockdown progressivo ha portato solamente a un lieve rimbalzo delle infezioni da COVID-19. L’allentamento delle relative misure di lockdown insieme ad un inizio di ripresa della crescita globale e l’accordo derivante del vertice della UE relativo al recovery fund ha sostenuto la valuta del vecchio continente dandole forza” osservano gli analisti di UBS.

Sul fronte dollaro invece diversi gli elementi di debolezza. “La FED è in piena espansione del proprio bilancio con un aumento del debito americano e con dei tassi di interesse troppo bassi per compensare tale pressione – secondo UBS – La funzione di rifugio del dollaro sta perdendo importanza e questo deriva dalla preoccupazione derivante dalla pandemia che ha fatto impennare il bilancio e aumentare il debito pubblico degli Stati Uniti. Questo si inserisce nel contesto dei dati crescenti ed elevati di nuove infezioni ed è quindi difficile prevedere quando le autorità saranno in grado di ridurre le misure di allentamento. Inoltre, un altro importante…”

Continua a leggere su…

Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI