Il Venezuela ha toccato il fondo ed è pronto a risalire?

Dopo il crollo economico il Paese è pronto a ripartire e a voltare pagina? La possibile crescita economica è fonte di dibattito

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Dopo uno dei più grandi crolli economici nella storia dell’America Latina, ci sono segnali che il Venezuela potrebbe finalmente voltare pagina secondo un articolo del quotidiano inglese Financial Times.

La crescita del Paese è fonte di dibattito: molti sostengono che il Paese si riprenderà, altri invece affermano che la strada sia ancora lunga.

Secondo alcuni economisti, le decisioni del governo socialista di allentare i controlli valutari, allentare le restrizioni all’importazione e incoraggiare la dollarizzazione informale hanno infuso un minimo di vita in un’economia che si è ridotta di circa il 75% dal 2013.

Il cambio di governo alla Casa Bianca ha anche fatto sperare che si possa trovare una soluzione al lungo stallo politico del Paese, che potrebbe portare a un allentamento delle sanzioni statunitensi e, a sua volta, alimentare un ulteriore rimbalzo.

Il Credit Suisse ha recentemente previsto che l’economia venezuelana si espanderà del 4% quest’anno, che sarebbe il suo primo anno di crescita dal 2013. La banca sostiene che ciò è dovuto in parte alla ripresa dell’attività economica dopo il colpo dello scorso anno dalla pandemia da coronavirus, ma questa non era “tutta la storia”.

“La ripresa della domanda interna, che notiamo da tempo, sta diventando più evidente”, ha scritto in una nota ai clienti Alberto Rojas, capo economista della banca per il Venezuela.

“L’allentamento dei controlli e l’uso diffuso di valute estere nelle transazioni quotidiane ha riacceso l’attività economica, anche se solo leggermente”. Rojas prevede un’ulteriore crescita del 3% nel 2022.

A Caracas, le persone erano scettiche sul fatto che questo equivalesse a qualsiasi tipo di recupero significativo. Secondo il FMI, il Pil pro capite in Venezuela è sceso di un incredibile 87% negli ultimi dieci anni, da 12.200 dollari all’anno nel 2011 a 1.540 dollari adesso.

Per la prima volta, il venezuelano medio è più povero dell’haitiano medio.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB