10 DRITTE CHE DO AI MIEI MIGLIORI CLIENTI PER GUADAGNARE IN BORSA

Sono trascorsi circa 150.000 anni dai tempi in cui gli uomini dovevano combattere nella savana africana contro animali feroci solo per sopravvivere. Ci separa qualche secolo da quei tempi, ma secondo la finanza comportamentale quando si tratta di investire i nostri soldi siamo ancora un po’ dei cavernicoli. E’ che il nostro cervello proprio non ce la fa a essere completamente razionale quando si tratta di prendere decisioni d’investimento. Brutti ricordi, grandi rimpianti, eccessivi entusiasmi, paure, superbia e il malefico “senno del poi” sono sempre lì in agguato a sviarci dalla retta via per investire in Borsa. Ma quali sono gli errori più frequenti di cui è lastricata la via di ogni investitore? Principalmente 10. E io che da una quindicina d’anni svolgo la professione di consulente finanziario indipendente posso dire di averli visti tutti da vicino.

1) LO SNAKE BITE EFFECT

Quante volte ci siamo detti: “questo titolo non lo comprerò mai più” o “di fondi non ne voglio nemmeno sentir parlare” o “le gestioni? Per carità!” solo perché in passato abbiamo avuto delle esperienze negative?

Un esempio che dimostra come il cosiddetto “snake bite effect” negli investimenti ci può far perdere delle opportunità semplicemente perché anziché guardare con mente aperta ai vari strumenti di investimento ci facciamo condizionare dalle nostre esperienze passate, da contesti di mercato completamente differenti e da strumenti su cui in passato abbiamo perso (i fondi non sono tutti uguali, e il fatto di aver perso comprando un fondo non significa che tutti i fondi siano da buttare).

Essere succubi dello “snake bite effect” significa lasciare che i ricordi passati influenzino le nostre decisioni future.

2) PROJECTION BIAS

Quando la Borsa vorrebbero aumentare consistentemente il capitale investito in azioni? Quando la Borsa scende succede il contrario. Di azioni in portafoglio non ne vorrebbero avere nemmeno una.

La Borsa sale e scende da secoli, quindi modificare la propria propensione a rischiare in funzione del momentum è come pretendere che il futuro dei mercati somigli come una goccia d’acqua al presente. Se è un momento buono per le azioni si pensa che lo sarà per sempre, si proietta il presente all’infinito, se invece il mercato azionario scende non si vorrebbe possedere nemmeno un titolo.

In realtà la decisione di quanto del proprio capitale investire in Borsa è essenzialmente una decisione relativa a quanto rischio si vuole assumere. Perché pensare che i mercati vadano sempre su o sempre giù significa proiettare all’infinito il momento presente che si sta vivendo. Più corretto definire la soglia massima di esposizione all’azionario in base alla propria propensione al rischio e mantenerla nel tempo piuttosto che pensare di riuscire a predire i movimenti del mercato.

3) OPTIMISM BIAS

La maggior parte di coloro che investono in obbligazioni sono caratterizzati…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI