Le tante ragioni del perché Saipem perde in Borsa

Negli ultimi 10 anni non si è fatta mancare niente: scandali per supposta corruzione internazionale, profit warning e aumenti di capitale. Leggi perché Saipem perde in borsa

Proviamo a esplorare alcune delle ragioni del perché Saipem mostra un’elevata volatilità e nelle ultime settimane è tornata a perdere quota dopo il recupero messo a segno per buona parte del 2023.
Fondata nel 1957 e quotata dalla fine del 1984, la società  è leader mondiale nelle attività di ingegneria, progettazione e costruzione di impianti sia in acque profonde sia in aree remote.  

 

10 anni di delusioni: perche’ saipem perde?

 

Azienda ad elevato contenuto tecnologico che la rende un player globale, attivo soprattutto nei settori dell’energia e delle infrastrutture, Saipem ha collezionato nell’ultimo decennio una serie di veri e propri crolli sul listino azionario che hanno purtroppo penalizzato i suoi azionisti. 

Come si vede molto bene nel grafico che sotto abbiamo allegato, tratto da Fida Informatica, dal settembre 2012 in poi l’andamento del titolo è un disastro. Il 14 settembre 2012 il titolo fa segnare il suo massimo assoluto di sempre con una quotazione di poco superiore ai 126€ e da quel momento sono solo dolori per i suoi azionisti.

 

chi ha investito in Saipem dieci anni fa, oggi perde il 98,8%

 

Nel grafico sottostante, tratto da Fida Informatica, possiamo vedere che un azionista che il 14 settembre 2012 avesse investito 100€ nel titolo Saipem oggi avrebbe in tasca 1,2€.

 

Andamento di Saipem dal settembre 2012 ad oggi

 

 

le ragioni per cui Saipem perde in Borsa

 

Una prima ragione che può spiegare perché Saipem perde in Borsa così tanto è legata allo scandalo del 2013 su ipotetiche tangenti pagate dalla società per facilitare alcuni appalti.  Oggi, la verità processuale ha assolto tutti gli imputati visto che i vertici sono stati assolti dall’accusa di corruzione internazionale.

Successivamente, a partire dal 2013 e per diversi anni, la società non riuscì più a mantenere le proprie linee guida in termini di fatturato e margini. Con grande delusione da parte di analisti e investitori la società per diversi anni mancò tutti i suoi obiettivi. Una seconda motivazione riconducibile al perché Saipem perde in Borsa è stata la costante incapacità di centrare gli obiettivi dei piani finanziari dal 2013 al 2016.

E la maledizione del passato grava ancora sul titolo con il tribunale brasiliano che ha concluso a inizio gennaio 2024 il procedimento amministrativo avviato nei suoi confronti in riferimento a presunte irregolarita” nell”assegnazione di un contratto del  2011 per l”installazione di una gas pipeline da parte del consorzio BM-S-11. Il tribunale brasiliano ha riformato la sanzione indicata nel precedente provvedimento non esecutivo di interdizione a contrarre con la Pubblica Amministrazione sostituendola con quella della sospensione temporanea limitata a 2 anni a stipulare contratti con la pubblica amministrazione brasiliana.

Questa sospensione non dovrebbe influire sull’attuale portafoglio ordini in Brasile (pari a circa 2 mld euro, circa il 6% del totale portafoglio) e non dovrebbe avere impatti sul piano industriale (2023-2026) in quanto non prevedeva l”acquisizione di ordini in Brasile. Ma Piazza Affari ha reagito comunque negativamente a questa notizia mentre in un comunicato separato Saipem ha reso noto che e” stata assolta in via definitiva dalla Corte Suprema di Algeri nel procedimento penale relativo alla gara del 2008. Il passato che ritorna.

 

gli aumenti di capitale dell’ azione saipem

 

Dai suoi massimi nel settembre 2012 al settembre 2015, in soli tre anni dunque, il titolo ha lasciato sul terreno l’80% del proprio valore. Ma non finisce qui. L’azienda, zavorrata dagli enormi costi e dalle consistenti perdite deve necessariamente trovare nuovi fondi per poter proseguire il proprio business e rimanere a galla. A inizio 2016 si procede a un aumento di capitale che consente agli azionisti di acquistare ben 22 titoli per ognuno posseduto. In sole 4 settimane il titolo passa da 19€ a meno di 8€ con un ulteriore nuovo calo del 60%. 

E per chiudere in bellezza, dopo soli sei anni, viene chiamato un secondo aumento di capitale tramite il quale gli azionisti possono acquistare addirittura 95 nuovi titoli per ciascuno posseduto. Nell’estate del 2022 il titolo scivola sotto l’unità e testa minimi in area 0,70€.

Un terzo fattore che risponde alla domanda del perché Saipem perde in Borsa si cela dunque dietro due aumenti di capitale monstre, quello del 2016 e quello del 2022.

 

saipem, opinioni e prospettive

 

Da oltre un anno le quotazioni di Saipem si sono riprese. Dal 30/12/2022 ad oggi hanno messo a segno un recupero del 33% circa, appena superiore al +29% realizzato dal Ftse Mib e quotano intorno a 1,5€. Il titolo sta finalmente recuperando i prezzi perduti?

Se possiedi azioni come Saipem sulle quali vorresti fare un po’ di chiarezza in termini di rischi e prospettive e cerchi un parere esperto e indipendente per i tuoi titoli, contattaci e fai con noi un check-up gratuito del tuo portafoglio.

L’Ufficio Studi di Soldiexpert SCF ha oltre vent’anni di esperienza sui mercati e  dispone di tutti gli strumenti di analisi qualitativa e quantitativa per fare valutazioni a 360 gradi sui tuoi investimenti.

 

Salvatore Gaziano

Responsabile Strategie di Investimento di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Roberta Rossi Gaziano

Responsabile Consulenza Personalizzata di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Francesco Pilotti

Responsabile Ufficio Studi di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Marco Cini

Esperto di pianificazione finanziara e previdenziale

Prenota un appuntamento