C’è una truffa finanziaria per te. Il resoconto (e video) incredibile della conferenza dedicata alla storia delle stangate ai risparmiatori italiani. Ecco cosa devi sapere e far sapere.

“Ogni minuto nasce un fesso” è una frase attribuita a Phineas Taylor Barnum, più conosciuto al mondo com P.T. Barnum, il più famoso imprenditore e impresario circense degli ultimi 2 secoli e la cui vita è stata raccontata in uno dei più bei film e musical degli ultimi anni “The Greatest Showman”.

In realtà pochi sanno che anche P.T. Barnum prima di fondare nel 1870 il suo celebre e discusso circo e conquistare fama e successo fu vittima di frode e bancarotta e il fesso a cui si riferiva era lui

Nell’affollatissima diretta streaming che abbiamo tenuto venerdì 9 ottobre 2020 in occasione del Mese dell’Educazione Finanziaria abbiamo voluto parlare di educazione finanziaria in modo contrarian… parlando di stangate, truffe e tosature finanziarie facendo una carrellata dei casi vecchi e nuovi di risparmio tradito più scottanti accaduti negli ultimi 40 anni. Il Mese dell’Educazione finanziaria è un evento originale inserito nel calendario ufficiale del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria la cui segreteria tecnica opera presso il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e Finanze.

In questa video-conferenza,  un racconto noir della finanza con l’obiettivo di insegnare a “pescare” ed evitare di cadere vittima di bidoni e stangate finanziarie.

E fessi riguardo ai soldi lo siamo potenzialmente tutti se persino quello che è considerato il n. 1 degli investitori al mondo, Warren Buffett, ha denunciato poco tempo fa di essere stato truffato nel 2017 da una società tedesca per quasi 650 milioni di euro. La Wilhelm Schulz, società produttrice di tubi e raccordi per i mercati, sarebbe stata infatti acquisita da Buffett attraverso la sua holding la Berkshire Hathaway a un prezzo quattro volte il valore reale!  Un raggiro orchestrato a regola d’arte grazie anche a ritocchi su ordini e fatture con Photoshop e in Germania in queste settimane si parla molto della controversia legale tra l’imprenditore della famiglia Krefeld e la società di proprietà dell’investitore statunitense Warren Buffett a dimostrazione che tutti possiamo cadere vittima di frodi finanziarie. Anche i tedeschi nel loro piccolo…frodano!

Di questa e altre truffe e bidoni abbiamo parlato, non facendo sconti a nessuno.

Qui potete accedere al video su YouTube se vi siete persi l’evento:

 

E qui c’è comunque in alternativa l’accesso al solo audio della conferenza grazie al nostro canale RadioBorsa , che contiene già decine di file audio ed è raggiungibile su tutte le piattaforme podcast (Spotify, iTunes Podcast, Google Podcast, Spreaker…) sul canale RadioBorsa.

 

 

Dalle truffe e tosature sui fondi d’investimento ai tranelli sul Forex. In questo mondo di ladri. 

Di cosa si è parlato in questa conferenza? Dai primi fondi d’investimento collocati dalla rete IOS (Investors Overseas Services) di Bernard Cornfeld alle truffe sul Forex (e ne abbiamo raccontato alcune) e sulle criptovalute e ICO. Dai diamanti d’investimento collocati dalle principali banche italiane senza vergogna alle azioni illiquide. Ma anche storie “ordinarie” di risparmiatori in buona fede che sono stati stritolati finanziariamente da operatori abusivi ma anche regolari che per anni hanno presentato falsi rendiconti per nascondere perdite abissali o frodi.

Ci sono anche nella storia della cattiva finanza (e fortunatamente non c’è sola questa ma c’è anche una finanza sana che è vitale non solo per il sistema capitalistico e per gli stessi risparmiatori) casi di soldi fregati da intermediari “regolari” con operatori infedeli (“mele marce” che possono però fare molto male) o frodi finanziarie che cambiamo nel tempo e nelle modalità ma che seguono sempre le stesse logiche. Lo schema Ponzi dove si promettono rendimenti elevati e/o stabili con i soldi degli ultimi arrivati o chi consiglia titolini o “penny stock” a sprovveduti risparmiatori da una parte e dall’altra li scarica in forme oggi sempre più 2.0 di catene di Sant’Antonio.

I nemici del risparmio e dei risparmiatori sono molti e spesso non sono facilmente identificabili perché talvolta si presentano sotto vestiti insospettabili e tramite anche intermediari apparentemente affidabili.

Una conferenza insomma tutta da vedere e/o ascoltare perchè grazie anche al contributo dei relatori, Salvatore Gaziano e Roberta Rossi, fondatori di SoldiExpert SCF, organizzatori della conferenza e consulenti finanziari indipendenti e poi Fausto Fasciani, avvocato del Foro di Roma specializzato in tutela del risparmio, Massimo Scolari, presidente di Ascofind, associazione per la consulenza finanziaria indipendente e Stefano Elli, giornalista di punta di Plus Il Sole 24 Ore e autore di diversi libri e inchieste sul tema in oltre 30 anni di carriera si sono portati casi e consigli concreti che tutti i risparmiatori devono conoscere per difendersi prima che sia troppo tardi.

In particolare Massimo Scolari, presidente di Ascofind che è anche membro del Consiglio Direttivo dell’Organismo di vigilanza e tenuta dell’Albo dei Consulenti Finanziari (OCF) ha sottolineato nel caso delle sempre più frequenti frodi e casi di raccolta abusiva degli operatori Forex la necessità di istituire un sistema di verifica efficace che consenta ai risparmiatori di distinguere fra operatori abusivi (spesso domiciliati in paradisi fiscali dove è impossibile di fatto poi avviare cause legali) e autorizzati. E di alcuni casi di frodi e truffe sul Forex si è raccontato il meccanismo dove alla base c’è purtroppo spesso un’eccessiva ingenuità nel credere che i soldi in finanza si possano facilmente moltiplicare mentre la fredda verità è che oltre il 70-75% dei conti che operano su CFD (secondo le società regolare e i dati da loro comunicati obbligatoriamente alle autorità di controllo come l’ESMA) vedono i trader perdere soldi e anche in maniera importante!

Come capire se l’intermediario è regolarmente autorizzato a operare in Italia o si teme che attui  comportamenti illeciti? Consultare il sito della Consob.it l’autorità di controllo e vigilanza del risparmio in Italia (per esempio all’indirizzo seguente per verificare se l’impresa di investimento è autorizzata  )

L’avvocato Fausto Fasciani di Roma ha evidenziato come nelle aule dei tribunali e anche di fronte alle autorità di controllo non sempre è facile ottenere ragione e per questo motivo è importantissimo affidarsi sempre e solo esclusivamente a operatori autorizzati e vigilati e  verificare e conservare tutta la documentazione ufficiale (e non bastano solo i fogli presentati dal consulente brevi manu magari a casa ma contano quelli ufficiali dell’azienda inviati per posta o disponibili sul sito dell’intermediario perché ci sono stati casi anche molti casi di rendiconti totalmente contraffatti). Attenzione a firmare proposte d’investimento e a inviare soldi a operatori finanziari di cui non si è arci-sicuri della regolarità a operare..

Roberta Rossi, consulente patrimoniale indipendente e co-fondatrice di SoldiExpert SCF ha presentato dei casi toccanti e scottanti di risparmio tradito che hanno coinvolto inconsapevoli centinaia e centinaia di risparmiatori che un giorno hanno scoperto di avere magari sul conto 20.000 euro mentre invece pensavano di averne 200.000 euro. Con operatori irregolari che facevano raccolta abusiva e che magari avevano promesso loro rendimenti extra e stabili al di fuori degli alti e bassi dei mercati (e già questa cosa dovrebbe fare drizzare le orecchie più alte di quelle di Bugs Bunny, il coniglietto ingegnoso e fanatico di carote della serie Looney Tunes). Ma anche con operatori regolarissimi di banche e reti importanti che sono arrivati a frodare per cifre importanti e per anni i loro clienti per nascondere le perdite degli investimenti consigliati come i casi incredibili raccontati da Roberta Rossi in questa conferenza. E questo sicuramente insegna che la figura del consulente finanziario autonomo o indipendente o delle SCF, soggetti autorizzati alla consulenza ma a cui è tassativamente vietata la raccolta del risparmio o ricevere commissioni o provvigioni sui prodotti o strumenti finanziari, è un soggetto a cui il risparmiatore italiano dovrà sempre più fare riferimento se vuole essere più protetto da certi rischi e anche nella Commissione Europea nonostante l’ostilità di banche e reti questo sembra essere il futuro se si vorrà veramente tutelare il risparmiatore e rendere più trasparente e tutelato il mercato del risparmio.

Stefano Elli, vera autorità in materia, giornalista in Italia e  autore de “Gli stangati. Storie di truffe, investimenti traditi e altre catastrofi del risparmio italiano” (Il Sole 24 Ore Editore) e co-conduttore della trasmissione radio “Il Serpente Corallo”  su Radio24 ha ripercorso alcuni casi significativi di stangate finanziarie di questi ultimi anni a partire dai titoli dell’atipico (Europrogamme, Eurogest, OTC, Patrimonium, Italfin…) per ricordare e mettere in guardia i risparmiatori (e soprattutto quelli dell’ultima ora con il boom “pandemico” dei nuovi conti di trading online aperti in questi mesi da nuovi investitori) che i casi patologici di professionisti e intermediari infedeli si moltiplicando soprattutto nei momenti di crisi. Occhio e soprattutto di questi tempi a chi parla di rendimenti promessi e occhio a chi su internet o via telefono cerca di proporre mirabolanti affari che prevedono la moltiplicazione degli zecchini.  E se si è caduti in trappola occorre mettere da parte la naturale “vergogna” di chi si sente, oltre che alleggerito nel portafoglio, umiliato nell’amor proprio. E’ capitato a molti e perfino il padre di Carlo Calenda, ex ministro del governo Renzi e poi Gentiloni, Fabio Calenda, ex importante manager di banca e giornalista economico di essere truffato nel caso “Madoff dei Parioli» dove dietro c’era il finanziere Gianfranco Lande e con lui c’erano attori e sportivi e molte persone benestanti e questa esperienza è diventata anche un romanzo. Ed è di questi mesi la presunte stangata finanziaria da 30 milioni di euro fatto all’allenatore dell’Inter, Antonio Conte. E nella conferenza online molti casi di sportivi (dal “Divin Codino” Roberto Baggio a Billy Costacurta) a  e vip sono stati ricordati perchè spesso vittime “perfette” delle stangate finanziarie.

Massimo Scolari, presidente di Ascofind ha ricordato nel caso dell’allenatore Antonio Conte che si era rivolto sì a un consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede in passato iscritto all’Albo dei Consulenti Finanziari ma senza mandato. Una terra di mezzo, la vasta prateria dei consulenti abilitati all’offerta fuori sede senza mandante, ma iscritti all’Albo dei Consulenti Finanziari su cui Scolari ha invitato a una necessaria riflessione perché di fatto un promotore finanziario (questa era la definizione precedente e spesso ancora quella più utilizzata) che non ha un mandato e raccoglie soldi o vende consulenza o colloca prodotti o strumenti fa qualcosa che non dovrebbe fare. Come tutti coloro che forniscono consigli finanziari personalizzati ai risparmiatori senza di fatto essere soggetti vigilati e iscritti all’Albo OCF (si può verificare qui all’indirizzo www.organismocf.it )

A coordinare gli interventi Salvatore Gaziano, co-fondatore di SoldiExpert SCF, responsabile delle strategie d’investimento, che ha fatto anche un excursus storico del fenomeno delle truffe e stangate finanziarie ricco di consigli e storie anche inedite.
E che ha anticipato la prossima conferenza online organizzata da SoldiExpert SCF per il mese dell’Educazione Finanziaria che avrà come tema: “Pensione (privata e pubblica) in Italia, indipendenza finanziaria e vivere di “rendita” fra mito e realtà. L’ABC delle cose che devi assolutamente sapere” a cui è possibile già iscriversi al link bit.ly/previdenza2020 e che si svolgerà mercoledì 4 novembre 2020 fra le 17,30 e le 19 con la partecipazione di esperti di investimenti, previdenza pubblica e privata e giornalisti specializzati con l’obiettivo di parlare chiaro e fornire consigli utili affinchè ciascuno si faccia una propria idea e sia preparato a vari scenari.

 

Questo è il link del video della conferenza dedicata alla stangate finanziarie

Questo è il link del podcast con la registrazione della conferenza su RadioBorsa

Il prossimo evento organizzato da SoldiExpert per il mese dell’Educazione Finanziaria a cui puoi già iscriverti (per assistere in diretta o ricevere la registrazione) e si svolgerà mercoledì 4 novembre 2020 dalle 17,30 alle 18

 

 

 

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI