Dai primi 180 milioni persi per comprarsi una pizza al terrorismo e al riciclaggio. Le criptovalute sono un bene rifugio o un’arma di distruzione di massa?

I punti chiari e problematici delle criptovalute. Cosa è accaduto e cosa sta succedendo e tutto quello che c'è da sapere.

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Il gruppo bancario EFG espone le ragione per cui essere ottimisti in modo selettivo riguardo la ripresa nel 2021. Giovedì 7 gennaio 2021 la Finlandia ha annunciato di voler vendere oltre 69 milioni di dollari di Bitcoin sequestrati a trafficanti di droga.

Nei giorni successivi si è avviata una correzione severa del prezzo del Bitcoin e delle altre criptovalute dopo il boom incredibile dei 12 mesi precedenti.

Questo lunedì il mercato cripto ha infatti subito una correzione pari al 26%, a partire da domenica 10 gennaio. Un crollo molto rapido, trainato da derivati e causato da scambi su piattaforme non regolamentate, che sulla strada verso i 40mila dollari hanno portato una bolla e poi a liquidazioni per oltre 2 miliardi dollari.

Ripercorriamo cosa è accaduto anche grazie anche a un report di Stéphane Monier, Chief Investment Officer di Banca Lombard Odier, che analizza la storia del Bitcoin i punti chiari (e quelli anche molto problematici) delle criptovalute.

Sul tema del Bitcoin per chi volesse capire meglio cosa è, capirne le genesi e anche quello che ne pensiamo questo è il link a uno report che nell’autunno del 2017 avevamo dedicato a questo argomento e che era stato pubblicato poi anche da una delle principali riviste destinate ai commercialisti. E molti dei punti critici che all’epoca avevamo messo in sul considerare il bitcoin al 100% un asset per investire (scommettere è un’altra cosa naturalmente) ancora tali per noi sono rimasti anche se parte della comunità finanziaria sta rivedendo alcune posizioni.

Prima del commento che riportiamo in versione praticamente integrale riportiamo le ultime vicende che hanno coinvolto in malo modo l’andamento del Bitcoin.

Il crollo dell’11 gennaio

Dopo il boom incredibile dell’ultimo anno dove il Bitcoin è passato da 10.000 dollari a oltre 40.000 il mercato cripto ha subito una correzione pari al 26% dal 10 gennaio.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB