PRIVATE BANKING, C’E’ DEL VALORE PER IL CLIENTE O E’ SOLO UN RICCHISSIMO BUSINESS PER LE BANCHE E RETI?

Private banking, private banker, wealth management… Cosa significa realmente? C’è della sostanza sotto o sono parole che spesso vengono usate e fatte brillare per accalappiare i clienti più denarosi da parte di banche (grandi e piccole) e reti e vendere loro a prezzo super maggiorato lo stesso panino di McDonald’s ma a un prezzo triplicato? C’è del valore maggiore offerto ai clienti che si affidano alle strutture “private” oltre al piatto di porcellana di Limoges in cui viene servita la consulenza?
In questo video ecco cosa dovrebbe sapere un investitore per capire se sta ricevendo una consulenza degna di questo nome o un collocamento molto ben presentato di prodotti e servizi finanziari che “incidentalmente” sono proprio quelli più lucrosi per la banca (o rete) ma in verità sono un po’ scarsini come valore aggiunto.

 

>>>GUARDA LA VIDEOINTERVISTA DI SALVATORE GAZIANO SUL PRIVATE BANKING<<<

 

Salvatore Gaziano, responsabile strategie d’investimento di SoldiExpert SCF, società di consulenza finanziaria indipendente, risponde in questo video alle domande a tutto campo di Luigi dell’Olio, firma giornalistica finanziaria di numerose testate nazionali, nella trasmissione “Private Talk” del gruppo BFC TV, andata in onda sul canale 511 di Sky.
Un intervento a ruota libera sul “private banking” per offrire una visione controcorrente di un settore ricchissimo che ha deluso molti risparmiatori per i risultati nel tempo ottenuti e i costi pagati.

Tutte le banche e reti stanno creando strutture di “private banking” per puntare alla fascia più ricca della clientela offrendo servizi di consulenza patrimoniale che chiamano“evoluta” perchè non è remunerata con retrocessioni e spazia su una gamma maggiore di prodotti rispetto a quelli offerti alla clientela retail. Da qualche tempo però questo eldorado finanziario per banche e reti (a guardare i rendiconti del 2018) si è rivelato un inferno lato costi e risultati per i clienti.

Lo spiega bene Salvatore Gaziano, che nella consulenza finanziaria indipendente e patrimoniale vanta un’esperienza ultra trentennale avendo fatto in questi anni da consigliere patrimoniale (insieme a Roberta Rossi, responsabile della consulenza personalizzata di SoldiExpert SCF) a decine di famiglie italiane anche con patrimoni molto elevati. Clienti molto spesso delusi dal “private banking” per i risultati nel tempo ottenuti e i costi pagati (da quelli dei fondi a quelle delle polizze unit linked o di private insurance).

>>CLICCA QUI E SCARICA i nostri migliori suggerimenti per investire in modo intelligente secondo la taglia del tuo patrimonio<<<

 

Secondo Gaziano molti risparmiatori (e non solo in Italia) stanno iniziando a prendere coscienza, anche grazie alla ventata di trasparenza imposta alla Mifid2 che ha reso obbligatoria la rendicontazione dei costi, delle salate commissioni che pagano per il servizio ricevuto, pari anche al 3-4% annuo.

A molti clienti “top, affluent, high net worth individuals” come si chiamano i clienti più patrimonializzati delle banche la “relazione fisica” e il contatto umano frequente con il proprio consulente non basta più (per quanto il consulente “a chilometro zero” in Paesi come l’Italia resta uno dei cavalli di battaglia per conquistare e soprattutto “trattenere” il cliente indipendentemente dall’andamento del servizio fornito). Si delineano da qualche tempo, in sempre più larghe fasce di clientela, complici anche i rendiconti dei costi ricevuti quest’estate dai Paperoni italiani, tendenze sempre più forti: calo di fiducia nei confronti del sistema bancario, richiesta di una consulenza indipendente e super partes, ricerca di una maggiore trasparenza (anche i regolatori cercano di imporla seppure in Italia siamo sempre i più furbi nell’eludere nei modi più fantasiose le norme), crescente competizione del canale fintech, desiderio di accedere a una maggiore gamma di strumenti finanziari, contenimento dei costi grazie all’inserimento in portafoglio di strumenti sempre più low cost ed efficienti come gli ETF e nuovi modelli di servizio che mettono al centro la strategia di investimento più che la capacità di intrattenimento.

A molti clienti regalare in 10 anni un terzo del proprio patrimonio alla banca o al consulente, che è esattamente quanto succede a chi investe 1 milione di euro e paga il 3,5% di commissioni annue sul servizio di consulenza, non va più.

 

Sembra paradossale ma facendo due calcoli considerando quanto hanno pagato nel 2018 i clienti di alcune strutture di private banking  (come si può vedere nell’infografica sottostante di una posizione di un investitore che ha chiesto agli esperti di SoldiExpert SCF una seconda opinione sulla gestione detenuta) pagare 34.437 euro all’anno di costi (il 3,23% all’anno) significa in 10 anni trasferire 344.370 euro dalle proprie tasche a quelle della propria banca.

E’ uscito proprio in questi giorni uno studio di McKinsey (“European private banking”) che conferma peraltro che per la prima volta negli ultimi 5 anni le banche private in Europa hanno registrato un calo dell’8% dei profitti con un margine di guadagno in costante diminuzione.

Come rivela in questo video Salvatore Gaziano, responsabile strategie di investimento di SoldiExpert SCF esistono alcune tipiche assurdità del private banking “made in Italy” (ma in Svizzera non è certo meglio…) dove la norma è spesso far pagare di più a chi ha di più. In modo non propriamente trasparente chi ha 500 mila, 1 milione o 10 milioni di euro da investire può ritrovarsi facilmente a pagare costi più elevati per servizi che potrebbe pagare meno della metà per foraggiare la catena di intermediari che deve portarsi a casa ogni anno una fetta di provvigioni e commissioni sempre più alta. Una consulenza spesso non indipendente e in forte conflitto di interessi dove il sottoscrittore non ha certo chiaro il “giro del fumo” anche perché la normativa in Italia nella teoria è apparentemente perfetta ma poi nella realtà le cose non vanno proprio nello stesso modo.

 

Qui sotto puoi vedere il video integrale dell’intervista per conoscere il punto di vista di SoldiExpert SCF su questi temi.

 

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI