SEGRETI E BUGIE DELLA CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE

Secondo l’ultimo bollettino statistico della Banca d’Italia alla fine del 2012 la ricchezza  finanziaria (depositi, titoli, azioni, ecc.) delle famiglie italiane era pari 3.670 miliardi di euro. Un popolo per lungo tempo di grandi risparmiatori quello italiano: secondo i calcoli dell’Ocse nel 1990 il risparmio netto delle famiglie statunitensi era pari al 7 per cento del reddito disponibile, in Giappone era pari al 13,9 per cento, in Germania al 13,7 per cento e in Italia al 21,7 per cento. I tassi di risparmio delle famiglie italiane sono via via scesi. Nel 2009 la percentuale di risparmio delle famiglie italiane era pari al 6,8% del reddito disponibile, negli Stati Uniti all’1,2 per cento e in Germania al 10,6 per cento.

PIATTO RICCO, MI CI FICCO

Nonostante tassi di risparmio calanti, la ricchezza finanziaria degli italiani fa gola a tanti perché rimane un piatto “ricco”.

Il business del risparmio medium

Il risparmio è un business e di quelli belli grossi. Ennio Doris 72 anni patron di Mediolanum ha secondo le stime della rivista Forbes un patrimonio di 1,3 miliardi di euro. E’ il 19esimo uomo più ricco di Italia e occupa la 882esima posizione nella classifica dei miliardari del pianeta.

Secondo la Relazione Annuale 2013 della Consob l’italiano medio in tema di approccio alla finanza e agli investimenti è dotato di una scarsa “literacy”. Tradotto: mediamente gli italiani sono un popolo di analfabeti privi dei concetti base della finanza. Nel 2013 l’autorità di controllo dei mercati finanziari ha commissionato a Gfk-Eurisko un sondaggio sul livello di conoscenze in ambito finanziario e sugli atteggiamenti comportamentali più diffusi degli italiani nella fase della scelta di investimento.

Ne è emerso che solo un italiano su due conosce l’esistenza di una relazione tra il rendimento di uno strumento finanziario e il suo rischio, che metà conosce il significato della parola diversificazione dell’investimento, che uno su tre non sa che a causa dell’inflazione le somme detenute si deprezzano di valore nel tempo e che al crescere del rendimento di un prodotto finanziario aumenta anche il rischio.

L’anno scorso all’ItForum di Rimini sentii dire al Direttore Generale di Iwbank Gianluca Bisognani

“L’italiano è di un’ignoranza finanziaria mostruosa”

Pensavo stesse esagerando. A quanto pare non esagerava. Sono più ignoranti secondo il sondaggio di Gfk-Eurisko  finanziariamente parlando le donne degli uomini, i soggetti residenti nelle regioni meridionali e insulari rispetto ai residenti nel nord e centro Italia e le persone con un basso grado di istruzione.

LA MISTIFICAZIONE DELLA REALTA’

Quella che la Consob chiama la scarsa literacy finanziaria degli italiani produce in Italia fenomeni surreali.

Da quelli a cui fino all’altro ieri si facevano spedire pacchi, gli italiani oggi si fanno consigliare come investire i soldi. Le Poste Italiane hanno conseguito nel 2013 ricavi per 26,3 miliardi di cui solo 4,5 per i servizi postali e commerciali: l’80% dei ricavi delle Poste Italiane deriva dalla vendita di prodotti finanziari e assicurativi. In Inghilterra Royal Mail ricava il 90% dei propri ricavi dal servizio postale e da altri servizi…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI