Riservata Personale. DISTRUGGIAMO I COMPUTER E VIVREMO (E INVESTIREMO) MEGLIO?

Avete mai visitato in gioventù una tipografia? Mi è capitato mettendo a posto un armadio della casa dove vivono i miei genitori a Torino di trovare dei vecchi punzoni,  omaggio di quando da ragazzo visitai con la scuola la sede della Gazzetta del Popolo.  Da alcuni decenni questo storico quotidiano torinese non c’è più e anche la vecchia stampa tipografica appare sempre più quasi come un ricordo passato che ci riporta addirittura al  1450 e a un certo orefice di Magonza di nome Johann Gutenberg.

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi tutti possiamo stampare quello che desideriamo, collegando il nostro computer o tablet a una stampante anche senza fili. Se vogliamo stampare in modo più professionale un libro (o  qualsiasi tipo di altro materiale) possiamo anche ricorrere alla stampa digitale e attraverso il nostro computer inviare un file a una tipografia veneta, tedesca o laziale dopo averne confrontato i prezzi  e dopo massimo 2 giorni avere tutto il materiale stampato comodamente in ufficio tramite un corriere. Se poi un libro o un giornale lo vogliamo leggere invece che stampare anche qui la rivoluzione digitale sta facendo il suo corso e il catalogo di libri come di quotidiani che è disponibile online è sterminato.

Su Amazon il numero di ebook disponibile è sempre più ampio ed è possibile abbonarsi a qualsiasi quotidiano, scaricandolo sul desktop del proprio computer o tablet.  A prezzi quasi sempre concorrenziali (tranne “Il Sole 24 Ore” i cui manager si credono da anni su un altro pianeta…) rispetto al vecchio mondo. La tecnologia e i computer sono entrati nella nostra vita in tutti gli ambiti, naturalmente. E la nostra vita ne è sempre più condizionata. In meglio nonostante tutto.

Vorreste vivere come Robinson Crusoe? Io no! Cosa sarebbe la nostra vita dovessimo riportare le lancette dei nostri orologi di qualche decennio o secolo? Qualche lustro fa mi è capitato di fare un esperimento simile, trascorrendo una decina di giorni con Roberta su uno sperduto atollo in mezzo al mar dei Caraibi a qualche centinaio di miglia dalla costa del Belize. Il format de “L’isola dei famosi” (dove persone famose e non “lottano” per la sopravvivenza ) era ancora lontano dall’essere inventato ma un po’ per caso e un po’ per curiosità ci trovammo a vivere questa avventura, pensando all’inizio che vivere come Robinson  Crusoe  fosse un’esperienza fantastica.

Niente energia elettrica, niente gas, telefoni, computer o altro ma soprattutto la compagnia della natura, del mare incontaminato e delle stelle. Dopo i primi giorni dovemmo ricrederci. La natura non è sempre benigna come pensiamo. Di notte il vento e gli uragani rendevano veramente difficile prendere sonno come il freddo; i mosquitos se…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI