Eurizon Azioni Internazionali: un fondo che non convince alla prova del tempo

Costa troppo rispetto a un ETF, ha reso il 20% in meno del mercato ma correndo lo stesso rischio. Ecco perchè Eurizon Azioni Internazionali è un fondo sufficiente ma non necessario

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Il blog di SoldiExpert SCF

Con oltre un quarto di secolo di storia, il fondo Eurizon Azioni Internazionali (IT0001080446) da quando è stato lanciato nel 1997 investe nelle azioni mondiali a capitalizzazione medio/alta. 

Con 281 titoli in portafoglio a inizio settembre 2023, difficilmente l’esposizione su una singola azione del fondo supera il 5% del patrimonio. 

 

Fondo Eurizon Azioni Internazionali: in cosa investe?

 

Tra le prime quattro posizioni in portafoglio del fondo troviamo i colossi tecnologici Microsoft, Apple, Amazon e NVIDIA che complessivamente pesano per poco meno di un decimo sul patrimonio del fondo. 

Il 20% del patrimonio del fondo Eurizon Azioni Internazionali è investito in valute (dollaro Usa e dollaro canadese), strumenti derivati e due fondi targati Eurizon: il Bond Short Term e Eurizon Fund Money Mkt. Si gioca in casa insomma.

 

I legami con Intesa Sanpaolo: il collocatore n.1 del fondo

 

Con spese correnti dell’1,87% all’anno il fondo Azioni Internazionali Eurizon non è certo tra i più cari tra i fondi azionari internazionali ma nemmeno fra i più economici.

Fino all’83% dei costi pagati dal sottoscrittore alla società di gestione del fondo sono girati ai collocatori. In primis Intesa Sanpaolo la banca che ai suoi sportelli colloca maggiormente i fondi Eurizon essendo questa società di gestione appartenente alla stessa capogruppo.

 

Rischio 4 per il fondo Azioni Internazionali Eurizon, strano no?

 

Il fondo Azioni Internazionali Eurizon è curiosamente classificato con un livello di rischio 4 (medio) in una scala da 1 a 7. Un po’ singolare per un fondo il cui parametro di riferimento (benchmark) è per il 95% l’indice MSCI World.

Qual è stata la perdita massima subita storicamente dal fondo? -45% durante la crisi Lehman del 2008, non proprio un rischio medio.  

 

Eurizon Azioni Internazionali e quelle performance baciate

 

Negli ultimi 10 anni il fondo Eurizon Azioni Internazionali ha avuto una performance baciata rispetto all’indice MSCI world in euro, che è il benchmark con cui al 95% si confronta.

Il fondo Eurizon Azioni Internazionali ha infatti come benchmark per il  95% l’indice  MSCI World in euro e per il 5% il Bloomberg Euro Treasury Bill.

 

Quotazione Eurizon Azioni Internazionali: UN primo confronto 

 

Nel grafico sottostante abbiamo messo a confronto l’andamento del fondo Eurizon Azioni Internazionali con l’indice MSCI world.

 

  • Cosa si vede di interessante?
  • Si riescono a distinguere bene le due linee?

 

Performance fondo Eurizon Azioni Internazionali e indice MSCI World

 

Come si vede dal grafico, l’andamento del fondo rispetto all’indice è così similare (per la serie scopri le differenze!) che non si capisce bene come distinguere la gestione attiva  decantata anche nel KID (il documento contenente le informazioni chiave) del prodotto.

“Il Fondo non si propone di replicare la composizione del benchmark – si legge nel KID del fondo azioni internazionali Eurizon – Il  grado di discrezionalità rispetto al benchmark (è ndr) significativo”.

L’indice Msci World con cui il fondo nel confronto grafico sopra riportato non sfigura ha una particolarità non trascurabile: non tiene conto dei dividendi (che il fondo incassa naturalmente). Non è un dettaglio.

Cosa succede se confrontiamo l’andamento del fondo con un benchmark rappresentativo del mercato in cui il fondo Eurizon Azioni Internazionali investe e che include i dividendi (e che la società naturalmente incassa)? Lo vedremo fra poco…

 

I dividendi tutto grasso che cola sul fondo Eurizon Azioni Internazionali

 

L’indice MSCI World che rappresenta il 95% del benchmark con cui si confronta il fondo Eurizon Azioni Internazionali è un indice del mercato azionario costituito da migliaia di titoli quotati su diverse piazza finanziarie e a larga capitalizzazione.

È calcolato da MSCI, ex Morgan Stanley Capital International ed è usato come metro di misura (benchmark) per i fondi azionari di tipo “world” (mondiali) o “global” (globali). Il fondo Eurizon Azioni Internazionali è uno di questi. 

L’indice MSCI World fu creato nel 1969 in diverse forme: senza dividendi (Price Index) con dividendi netti o lordi reinvestiti (Net Index e Gross Index), in dollari statunitensi, euro e valute locali.

Un confronto corretto deve quindi essere fatto con un indice che comprenda anche i dividendi. Per questo abbiamo fatto un secondo grafico. 

 

E se teniamo conto dei dividendi percepiti dal fondo?

 

Se confrontiamo come peraltro fa la società di gestione sul suo sito la performance del fondo Eurizon Azioni Internazionali con un benchmark  “total return” che tiene conto per l’obbligazionario delle cedole maturate e per l’azionario dei dividendi, il confronto tra il fondo targato Eurizon e il mercato è decisamente meno brillante. 

 

Confronto tra Eurizon Azioni Internazionali e un benchmark con dividendi inclusi

 

Il mercato in cui investe il fondo Eurizon Azioni Internazionali nell’ultimo decennio ha messo a segno una performance del +173,67%. Nel periodo peggiore, il mercato è arrivato a una perdita massima consecutiva (draw down) del -32,26%.

Quanto ha guadagnato il fondo nel frattempo e quanto ha perso nel periodo peggiore? Il fondo Eurizon Azioni Internazionali ha realizzato nell’ultimo decennio una performance del 145,47% con un draw down del 33,99% (nel periodo peggiore è arrivato a perdere un terzo del capitale). 

Come dire: il fondo ha fatto correre lo stesso rischio del mercato ma a fronte di una performance inferiore di quasi un 20%. Sicuramente i costi del fondo  incidono, ma ha senso pagarli per ottenere meno e a parità di rischio corso?

 

Voto 6 per il fondo Eurizon Azioni Internazionali

 

Come spesso accade, i fondi non reggono il confronto con strumenti assai meno costosi come gli ETF che le banche si guardano bene dal favorire e consigliare ai propri clienti. E il tuo fondo come si comporta rispetto al mercato? Merita la sufficienza? 

 

Quanto ha preso il fondo Eurizon Azioni Internazionali in base al SoldiExpert Fund Rating? 6. Insomma passa, ma con la sufficienza, quindi non è un fondo discreto (7), nè buono (8), nè distinto (9), nè ottimo (10). 

Quando si decide di comprare un fondo comune di investimento o una SICAV occorrerebbe sempre fare un’analisi per capire se esistono rispetto a quanto ci è stato proposto, prodotti meno costosi a parità di rischio o più performanti. Un consulente finanziario indipendente per legge è obbligato a valutare un’ampia gamma di strumenti. E non prende alcuna retrocessione sui prodotti raccomandati ai clienti. Quindi se esiste un ETF o un combo di ETF che fa un lavoro uguale a quello del fondo Eurizon Azioni Internazionali, consiglierà l’ETF facendo risparmiare al cliente l’80% all’anno di costi.

 

>>> Scopri perché nel mondo gli ETF stanno rottamando i fondi e come puoi investire oggi in modo più intelligente: scarica la Guida Gratuita scritta dai consulenti indipendenti di SoldiExpert SCF <<<

La banca invece è un collocatore interessato a spingere i fondi perchè gli viene ristornata ogni anno una commissione robusta su ogni fondo raccomandato al cliente. 

In banca l’offerta è non solo più limitata ma anche più condizionata. Soprattutto laddove chi vende il prodotto al cliente finale (la banca) ha legami societari con chi lo confeziona (la società di gestione). Un gioco di sponda, tra collocatore del fondo e società che lo gestisce. L’obiettivo? “Giocare in casa”.

Moltissimi gruppi bancari hanno la loro squadra di fondi “della casa” che vogliono spingere. Ma “giocare in casa” è un partita che non sempre al cliente conviene.  Anche quando sembra una amichevole. 

Salvatore Gaziano

Responsabile Strategie di Investimento di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Roberta Rossi Gaziano

Responsabile Consulenza Personalizzata di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Francesco Pilotti

Responsabile Ufficio Studi di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Marco Cini

Esperto di pianificazione finanziara e previdenziale

Prenota un appuntamento