Azioni Mediaset (MFE) quasi raddoppiata in 18 mesi. Può salire ancora?

Dopo tre trimestri poco brillanti, in chiusura d'anno l'azione Mediaset sorprende positivamente gli analisti con dati 2023 più solidi delle attese. In un settore ad elevata competitività l'azienda conferma le sue ambizioni di player televisivo-mediatico in Europa. Leggi con noi se ha le carte in regola per crescere ancora.

In un panorama mediatico in costante evoluzione, MediaForEurope (MFE), precedentemente noto come Mediaset, riesce a difendere la sua posizione nel settore dei media europei. Anche se ancora oggi non tutti sanno che la società ha cambiato nome e domicilio fiscale, il gruppo Mediaset oggi è una holding con sede legale ad Amsterdam e sedi fiscali in Italia e Spagna, dove si svolgono le attività operative. La società, oltre a essere quotata a Piazza Affari, è scambiata anche a Madrid.

 

azioni mediaset: risultati in solida crescita

 

I risultati da poco comunicati confermano che il gruppo Mediaset (oggi MFE, MediaForEurope), ha consolidato la sua presenza incrementando significativamente gli introiti pubblicitari nella parte finale del 2023, che evidenziano una crescita dell’8%, il risultato migliore degli ultimi sette anni.
In Italia in particolare Mediaset MFE, ha raggiunto una percentuale di ascolto medio pari al 37,8% nelle 24 ore contro un 37% della Tv di Stato, la RAI.
La tabella sottostante, che è stata tratta dal sito della società, evidenzia numeri importanti.
In particolare un utile netto che ha decisamente superato le aspettative del consensus degli analisti dopo che i numeri comunicati invece alla fine del terzo trimestre 2023 erano risultati sottotono rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Per le azioni Mediaset l’utile a fine 2023 si attesta a 217,5 milioni €, con una crescita del 17,7% rispetto al 2022. Un risultato che non solo supera le previsioni iniziali ma stabilisce un record positivo per l’azienda, riflettendo la sua salute finanziaria e la capacità di navigare con successo in un mercato in rapido cambiamento e reso in questi anni più difficile dall’accesa concorrenza delle piattaforme streaming. E’ importante guardare al dato depurato della componente legata all’acquisizione della tedesca Prosiebensat1, di cui accenneremo poco più avanti.

 

Azioni Mediaset: risultati 2023 migliori delle attese

 

la presenza in spagna del gruppo mediaset

 

I numeri di bilancio relativi alla presenza in Spagna del gruppo non sono brillantissimi ma mostrano comunque segnali di resilienza che confermano l’impegno nel settore dei media europei.
Il gruppo infatti controlla stazioni televisive di primo piano in Spagna, tra cui Telecinco e Cuatro, attraverso l’ex Mediaset España. Questa base spagnola delle azioni Mediaset ha mostrato resilienza e adattabilità registrando nel 2023 una crescita dei ricavi pubblicitari lordi del 0,9%, nonostante le incertezze politiche ed economiche.
Anche il primo trimestre del 2024 secondo le prime indicazioni, ha mostrato segni di risveglio con un incremento dell’8% nei ricavi pubblicitari, confermando l’efficacia delle strategie di MFE .

 

azioni mediaset e Mercato Tedesco

 

Il gruppo MFE ha ampliato negli scorsi anni il suo raggio d’azione in Europa attraverso un’importante partecipazione in ProsiebenSat, la media company tedesca. Con quasi il 30% delle quote, Mediaset (MFE) si posiziona come il principale azionista di ProsiebenSat, a testimonianza dell’ ambizione di espandere l’influenza nel contesto europeo.
L’azienda è il secondo gruppo radio televisivo europeo: possiede 15 emittenti televisive gratuite e a pagamento, nonché la piattaforma di streaming Joyn, che si occupa di prodotti multimediali in streaming.
Il gruppo tedesco ha iniziato l’anno con risultati robusti, evidenziati da un balzo del 6% nei ricavi di gruppo e da un significativo recupero dei ricavi dall’advertising televisivo.
Nonostante la quota importante detenuta dall’ex Mediaset in ProsiebenSat il management tedesco mantiene la maggioranza a livello di governance e ha finora respinto molte delle proposte avanzate dagli italiani.

 

prosiebensat e le voci di OPA da parte di Mediaset

 

Lo scorso anno il titolo dell’azienda tedesca ha perso il 40% alla Borsa di Francoforte a causa di risultati tutt’altro che brillanti (134 milioni € di perdite nel 2023). Proprio queste difficoltà hanno spinto Mediaset (MFE) a chiedere al management di focalizzare gli sforzi e le spese sulle attività televisive, liberandosi invece delle attività non strettamente televisive come il dating e l’e-commerce.
La discussione su una possibile offerta pubblica di acquisto (OPA) da parte delle azioni Mediaset su ProsiebenSat potrebbe essere nel futuro un passo verso un ulteriore consolidamento nel mercato tedesco.
Una tale mossa strategica non solo rafforzerebbe la presenza di MFE in Germania ma aggiungerebbe valore complessivo al gruppo, promuovendo sinergie transnazionali tra i diversi rami dell’azienda.

 

andamento delle azioni mediaset in borsa

 

Dopo un marcatissimo calo che ne ha condotto le quotazioni da 8€ a 2€ tra luglio 2021 e settembre 2022, negli ultimi 18 mesi le azioni Mediaset sono state protagoniste di una vivace ripresa che le ha riportate a ridosso dei 4 € proprio in questi ultimi giorni.

Come si vede dal grafico sotto allegato e che abbiamo ricavato da Fida Informatica, la risalita si è fatta più corposa proprio nelle ultime settimane.

 

Azioni Mediaset (MFE) in borsa: quasi ai massimi degli ultimi 2 anni

 

 

storia e settori di attività dell’ azione mediaset

 

Mentre MFE MediaForEurope nasce solo nel 2021, il gruppo Mediaset affonda le sue radici negli anni 70. Oggi Mediaset è editore di tre reti: Canale 5, Italia 1 e Retequattro, mentre in Spagna controlla Telecinco e Cuatro. In Germania, come abbiamo poco fa riportato, primo azionista del polo televisivo ProsiebenSat1 con quasi il 30% di partecipazioni.

Le principali aree di attività in cui opera MFE, ovvero l’azione Mediaset, sono: la televisione generalista, alcuni canali tematici in chiaro, canali tematici a pagamento di cinema e serie televisive e Infinity (un servizio di contenuti a pagamento dedicato ai clienti tecnologicamente più evoluti). Oltre a ciò altre aree sono: la radio, che comprende Radio 105, Virgin Radio, R101, RMC, e tre concessionarie pubblicitarie televisive di cui Publitalia 80 e Digitalia 08 detenute al 100% e Mediamond detenuta al 50% con Mondadori.

 

azione mediaset (MFE) e azionisti di riferimento

 

Come si vede nel grafico sottostante, tratto direttamente dal sito della società, la partecipazione di maggioranza delle azioni Mediaset è la Holding Fininvest, di proprietà della famiglia Berlusconi con un 48,6%, seguita da Simon Fiduciaria con il 18,5%. Escludendo le azioni proprie, gli attuali diritti di voto salgono al 50% per Fininvest e al 19% per Simon Fiduciaria.

Ricordiamo che dal novembre 2016 il gruppo francese Vivendi, che fa capo a Vincent Bollorè, iniziò a entrare in Mediaset arrivando a rastrellare in Borsa oltre il 25% del titolo.

Dopo cinque anni di controversie a maggio del 2021 Vivendi e Fininvest si sono accordate per una progressiva uscita del gruppo francese che nel frattempo aveva girato le proprie azioni al blind trust Simon Fiduciaria.

L’accordo prevede che Vivendi venda sul mercato l’intera quota delle azioni Mediaset detenuta da Simon Fiduciaria nell’arco di cinque anni. Fininvest avrà il diritto di acquistare le azioni eventualmente invendute in ciascun periodo di 12 mesi, al prezzo annuale stabilito. Alla fine dell’operazione, Vivendi rimarrà azionista di Mediaset solo con una quota residua del 4,5%.

azionisti di riferimento dell'azione mediaset (azione MFE)

 

 

aspetto finanziario e prospettive future

 

Così come abbiamo visto più nel dettaglio nei paragrafi precedenti, i risultati finanziari dell’ultimo esercizio  riflettono la solidità e la resilienza dell’intero gruppo. La generazione di cassa e la distribuzione di un dividendo di 0,25 € per azione MFE (ex azioni Mediaset) evidenziano la redditività ma anche l’impegno nei confronti degli azionisti.
Le previsioni per il 2024, supportate da un inizio anno forte in termini di raccolta pubblicitaria, suggeriscono una continuità di crescita, nonostante le sfide poste dalla perdita di diritti televisivi su eventi sportivi chiave.

 

 

Conclusioni sulle azioni mediaset

 

MFE si posiziona come un vero colosso nel paesaggio europeo dei media, con una presenza consolidata e in espansione in Italia, Spagna e, potenzialmente, in Germania.
L’orientamento strategico, la diversità geografica e l’attenzione alle dinamiche del mercato della pubblicità delineano un percorso di crescita possibile in un mercato comunque molto concorrenziale.
La potenziale espansione in Germania mediante una OPA su ProsiebenSat propone un possibile salto in avanti verso la creazione di un polo televisivo europeo e questo potrebbe aiutare le azioni Mediaset.
Al momento in cui scriviamo infatti il titolo presenta multipli compressi e quindi inferiori a quelli ai quali vengono scambiati i principali competitor europei quotati.
Ad oggi l’azione Mediaset è fra quelle che seguiamo ma non è attualmente nei nostri portafogli consigliati.

 

considerazioni e opinioni

 

Il successo quando si investe non si realizza nella scelta vincente di ogni singola azione. Avere in portafoglio solo titoli che salgono è una chimera e nemmeno gli investitori più esperti e blasonati ci sono riusciti. Il successo nell’investimento risiede invece nella strutturazione e nella costruzione di un portafoglio solido e diversificato.
Negli oltre 20 anni di attività, SoldiExpert SCF si è affermata come una delle prime Società di Consulenza Finanziaria (SCF) indipendenti in Italia, una società che fornisce consulenza diretta ai risparmiatori senza alcun conflitto d’interesse.
Grazie a uno studio e a una ricerca costanti, nonché ad un supporto tecnologico sempre all’avanguardia, il nostro team di analisti ha perfezionato una metodologia proprietaria che permette una selezione accurata di titoli per ogni mercato, settore e livello di rischio.
In un contesto sempre più sfidante e complesso, potresti valutare di ricevere anche tu le nostre raccomandazioni.
I nostri servizi di consulenza forniscono infatti consigli operativi precisi su cosa comprare e vendere e su come gestire posizioni già detenute. Oppure potresti ricevere indicazioni su come costruire da zero un portafoglio di investimento, con eventuali aggiornamenti regolari da parte dei nostri analisti e consulenti finanziari indipendenti con il servizio di consulenza ricorrente.

 

Prenota subito un appuntamento con uno dei nostri consulenti. Ti offriamo una consulenza gratuita di 30 minuti per aiutarti a individuare i servizi più adatti a te e valutare con imparzialità i punti di forza e debolezza del tuo attuale piano di investimenti o del tuo portafoglio.
Non perdere l’opportunità di migliorare la salute del tuo portafoglio. Fai un check-up gratuito con noi e non rimanere nel dubbio, prenota un nostro consulente oggi stesso.

Salvatore Gaziano

Responsabile Strategie di Investimento di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Roberta Rossi Gaziano

Responsabile Consulenza Personalizzata di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Francesco Pilotti

Responsabile Ufficio Studi di SoldiExpert SCF

Prenota un appuntamento

Marco Cini

Esperto di pianificazione finanziara e previdenziale

Prenota un appuntamento