Su Banca Mediolanum il lucro cessante stimato da Goldman Sachs sulle commissioni di performance azzoppa gli utili previsti

L'analisi di Goldman Sachs riguarda la discesa degli utili di Banca Mediolanum, la quale ha deciso di tagliare le commissioni di performance

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Analizzando un report di Goldman Sachs sulle società italiane quotate specializzate nella gestione del risparmio si rilevano molti dati interessanti secondo SoldiExpert SCF. Nel report la banca d’affari americana stima per il 2020 una diminuzione dell’utile netto di Banca Mediolanum dai 565 milioni di € del 2019 ai 363 milioni di € del 2020 (-35%).

Il calo dell’utile, guardando i dati finanziari chiave elaborati da Goldman Sachs, è quasi interamente imputabile alle commissioni di performance che passerebbero dai 425 milioni di € (75% dell’utile 2019) a 59 milioni di euro stimati per il 2020. Un lucro cessante, quello delle commissioni di performance, stimato come strutturale da Goldman Sachs visto che fino al 2024 non si prevede che gli utili ritornino ai livelli del 2019.

 

Lettera Settimanale

LA NOSTRA LETTERA SETTIMANALE... WOW!

Tieni sempre acceso un radar sui mercati! Ricevi gratis, ogni martedì, il meglio delle nostre analisi sulla tua casella email

Acconsento al trattamento dei dati per scopi di marketing, comunicazione e promozione da parte esclusiva di SoldiExpert SCF. I miei dati non saranno trasmessi a terzi e trattati nel rispetto della normativa

 

Banca Mediolanum secondo Goldman Sachs impiegherà tre anni per tornare ai livelli di utile del 2019 e la voce che contribuirà maggiormente sarà l’aumento stimato delle commissioni di gestione (+32%) in seguito all’aumento stimato delle masse sotto consulenza (+35%). Masse piuttosto polarizzate.

Goldman Sachs stima che Banca Mediolanum ha un po’ curiosamente il 50% del patrimonio che gestisce per conto dei propri clienti esposto ai mercati azionari. Un dato che spicca rispetto al 38% di Azimut e al 32% di Fineco.

Con mercati al rialzo, questo sembra essere il principale assist della banca che riporterà in carreggiata gli utili, sempre più orfani delle commissioni di performance per i crescenti livelli di regolamentazione in materia, che obbligano a calcolare queste commissioni in modo più allineato con gli interessi dei risparmiatori.

Come i suoi clienti, Banca Mediolanum (e i suoi azionisti) devono sperare in un 2021 e oltre all’insegna del Toro.

Su SoldiExpert Lab, il canale di beneficenza di SoldiExpert SCF, maggiori approfondimenti sui quattro asset manager quotati, oltre a Banca Mediolanum, Fineco, Banca Generali e Azimut: Volano le 4 società quotate focalizzate nella gestione del risparmio. Ecco perché e quali sono le migliori