Investire in borsa: quanto capitale serve per iniziare. Anche 1000 euro

Quando si decide di investire in Borsa oggi 1000 euro sono sufficienti o occorre avere un capitale stratosferico? Ecco la prima lezione del corso per iniziare a investire e fare i primi passi verso il mondo degli investimenti

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Non ho abbastanza soldi per investire in Borsa!” È una delle tante affermazioni perentorie che sento dire da amici e conoscenti quando mi spiegano il motivo per cui non investono. In genere l’obiezione arriva appena dico che lavoro faccio: il consulente finanziario indipendente.

Molti pensano che investire in Borsa oggi sia “roba da ricchi”. E che non essere ricchi significa non poter investire in Borsa. Due convinzioni spesso errate. Eh già, perché quanto capitale serve per investire in Borsa? Per iniziare a investire in Borsa possono bastare anche 1000 euro. E di questo molti ne rimangono sorpresi.

Spesso scopro che non è vero che non hanno soldi. Qualche decina di migliaia di euro in banca ce l’hanno (i classici 30.000 euro parcheggiati sul conto corrente). Investire in Borsa non è “roba da ricchi”. È proprio vero il contrario: in fondo chi è già molto ricco non ha nessun bisogno di investire, mentre chi ha più bisogno di investire è proprio colui che non dispone di patrimoni a sei zeri.

Vediamo per investire in Borsa quanto capitale serve per iniziare. In questa prima lezione del corso per investire ci soffermiamo soprattutto sul quanti soldi si deve disporre per investire in Borsa. Puoi scaricare gratuitamente l’intero corso per investire in formato eBook, cliccando sull’immagine sotto. Un corso che si rivolge a tutti coloro che vogliono fare i primi passi per iniziare a investire (ma non solo) e che affronta i temi classici nell’investire in Borsa (a chi rivolgersi, quali sono i rischi, ecc).

 

Guida per investitori alle prime armi Guida per investitori alle prime armi

 

 

Iniziare a investire con 1000 euro, si può fare

 

Per investire in Borsa, quando capitale serve per iniziare? Per iniziare a investire non occorre disporre di decine di migliaia di euro, ma certo c’è una soglia minima con cui ha senso investire in Borsa. In questa soglia rientra anche la famosa generazione 1000 euro a patto che riesca a mettere da parte almeno una mensilità dello stipendio.

Iniziare a investire con 1000 euro si può fare, ma considerando che minore è il capitale a disposizione:

  • minori sono gli strumenti di investimento che si possono prendere in considerazione
  • se si opta per una consulenza a pagamento (a “fee only” la più trasparente e in linea con l’interesse del cliente, offerta da consulenti finanziari indipendenti) bisognerà limitare al massimo l’onorario da pagare al professionista
  • se si opta per una consulenza gratuita (la fanno passare così banche e reti di vendita, ma di gratuito non c’è nulla!) si scoprirà che gli investimenti consigliati non erano solo nel proprio interesse
  • maggiore sarà l’attenzione all’incidenza dei costi fissi (di qualsiasi tipo) riducendone il più possibile l’impatto (aspetto da valutare con qualsiasi importo investito)

Questi sono gli aspetti principali da tenere a mente ricordando sempre che iniziare a investire con 1000 euro si può fare. Perciò nell’investire in Borsa l’aspetto principale da tenere d’occhio è quello legato ai costi.

 

 

Investire in Borsa oggi con 1000 euro: occhio ai costi!

 

Ma come investire in Borsa oggi con 1000 euro? Questo è il passo successivo una volta capito quanto capitale serve per iniziare a investire in Borsa. Innanzitutto sia che vogliate investire in Borsa 1000 euro o 10.000 euro è necessario aprire un conto titoli presso una banca. Detto questo l’aspetto principale quando si decide di investire in Borsa con 1000 euro è dare un occhio ai costi (anche in tutti gli altri casi di capitali inferiori a 10.000 euro) perché possono incidere moltissimo, sia lato capitale da investire sia lato rendimenti.

Sul conto titoli si paga un’imposta di bollo annuale del 2 per mille. Ma non è questa la cosa a cui prestare attenzione visto che sia nel caso abbiate 1000 euro sul conto o 1.000.000 euro sempre il 2 per mille è. Avere pochi soldi non vi mette in una situazione di svantaggio relativamente all’imposta di bollo.

Il tallone d’Achille di chi decide di investire in Borsa oggi con con 1000 euro è altro: le commissioni pagate per comprare gli strumenti finanziari.

Per comprare qualsiasi strumento finanziario si pagano dei costi di ingresso e spesso anche di uscita dal mercato. Si chiamano costi di negoziazione. A questi dovete prestare particolare attenzione perché su patrimoni nell’ordine delle migliaia di euro possono incidere notevolmente.

Se il vostro patrimonio è small, diciamo inferiore a 10 mila euro, (o come nel caso di 1000 euro) dovete cercare di avere in portafoglio meno strumenti possibili ma che abbiano al loro interno più diversificazione possibile. In questo caso la scelta su quali strumenti finanziari puntare per investire in Borsa dovrebbe ricadere su fondi ed ETF di cui parleremo tra poco.

Sempre nel tenere d’occhio i costi, soprattutto se il capitale da investire in Borsa non è big, è fare attenzione al costo minimo per operazione richiesto dalla banca. Spesso quando comprate uno strumento finanziario viene esibito un costo percentuale (ad esempio il 2 per mille di quanto investite sullo strumento) ma poi c’è comunque un minimo per fare l’operazione (per alcune banche è 2,95 euro per altre è 10,00 euro: c’è una bella differenza!). Minore è il capitale che avete a disposizione per investire in Borsa oggi, più basso è il costo minimo per operazione che potete sopportare. Ecco quindi la risposta alla domanda “quanto capitale serve per iniziare?”.

 

 

Come investire in Borsa? Fondi e ETF

 

Come già anticipato prima, quando si decide di investire in Borsa con poco, anche con 1000 euro (o comunque un capitale abbastanza contenuto) i fondi gli ETF sono gli strumenti più adatti.

Ovviamente il mercato finanziario offre moltissimi strumenti ma se è vero che se alla domanda “come investire in Borsa” possiamo rispondere con diversi strumenti quali azioni, obbligazioni, fondi, ETF ecc è anche vero che in questo specifico caso, di iniziare a investire in Borsa con poco, gli ultimi citati sono quelli che meglio vanno incontro alle esigenze dell’investitore. Vediamo brevemente cosa sono e quali accortezze avere per investire in Borsa al meglio.

La particolarità dei fondi e degli ETF (se non sai cosa sono ti consiglio questa guida sull’investire in ETF) è quella di raccogliere il capitale di una moltitudine di risparmiatori e di investirlo a, seconda della tipologia di strumenti, in un paniere di titoli azionari e/o obbligazionari. Questi titoli possono essere selezionati tra quelli quotati in un determinato mercato (per esempio le azioni quotate sul mercato americano) o settore (per esempio le azioni che investono nel settore delle biotecnologie) o sulle Borse mondiali.

In generale il fatto stesso di investire su un paniere di titoli e non su un singolo strumento rende già di per sé lo strumento (che si tratti di un fondo o un ETF) meno rischioso rispetto all’investimento diretto. Inoltre se si opta per un prodotto che investe in modo ampio su tutto il mercato (come un fondo o un ETF che investe sul mercato azionario internazionale) non si rischia di puntare su un settore (come per esempio quello delle biotecnologie) che magari per qualche motivo cade in disgrazia.

Grazie a fondi e ETF anche chi dispone di capitali small può diversificare molto il suo investimento e detenere in portafoglio in modo indiretto un paniere di titoli anziché puntare su una singola società.

La seconda accortezza sul come investire in Borsa e si ha un capitale small è quella di evitare fondi o ETF che investano su singoli settori o paesi. Meglio fondi o ETF che investono sull’azionario o obbligazionario internazionale (a seconda della vostra propensione al rischio). Scartate qualsiasi investimento di nicchia, ovvero su un singolo settore o un singolo paese o un singolo gruppo di emittenti (per esempio le obbligazioni dei paesi emergenti): non avete abbastanza capitale e non riuscireste a raggiungere il primo obiettivo di un buon investitore: diversificare il rischio.

A maggior ragione se volete investire in Borsa 1000 euro (o avete un patrimonio taglia small) non investite in singoli titoli azionari o in singole emissioni obbligazionarie: troppo rischio concentrato.

Alla domanda “come investire in Borsa?” la risposta è senza dubbio: tagliare i costi fissi sulle operazioni di acquisto e vendita degli strumenti finanziari e allargare il più possibile l’ampiezza dell’investimento evitando di focalizzarsi su singoli settori, titoli o Paesi. È il miglior consiglio per chi non ha molti soldi da investire. Si chiama diversificare il rischio: ed è il consiglio numero 1 che vale per tutti gli investitori ma che quando il capitale è di taglia small è più difficile da mettere in pratica.

E tenendo a mente tutti gli aspetti appena visti è chiaro quanto capitale serve per iniziare ad operare in Borsa. Si può investire in Borsa anche con 1000 euro.

Questo contenuto è disponibile anche in formato video alla pagina Youtube di SoldiExpert SCF.

 

 

Come investire: accedi gratuitamente al corso

 

Per altri dubbi sul come investire puoi scaricare gratuitamente l’intero corso per investire in formato eBook. Questa era la prima lezione del corso, ma quando ci si affaccia sul mondo degli investimenti le domande possono essere molte: da “esiste il momento perfetto per investire?” a “quanto rischio ad investire in Borsa?” passando per “a chi rivolgermi per investire oggi?”.

Per rispondere a tutte queste domande e altre ancora abbiamo ideato un corso gratuito per imparare le basi su come investire e che affronta i temi classici del mondo degli investimenti. Accedi gratuitamente al corso per leggere tutte le lezioni e toglierti tutti i dubbi.

 

Guida per investitori alle prime armi Guida per investitori alle prime armi