Attualità e opinioni

Tassazione Rendite Finanziarie

L’Italia dal punto di vista fiscale non è certo un Belpaese e sulla tassazione delle rendite finanziarie la pressione fiscale è ben superiore a quella apparente poiché il sistema non prevede compensazioni fra guadagni e perdite su tutti gli strumenti finanziari e su tutti i tipi di guadagno e inoltre esiste un periodo massimo di tempo entro il quale è possibile effettuare compensazioni. I regimi previsti dalla legge sono tre: regime della dichiarazione, del risparmio amministrato, del risparmio gestito. E le aliquote differiscono in base agli strumenti, partendo dal 12,5% sulle plusvalenze realizzate sui titoli di Stato al 26% sui titoli azionari.

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check up gratuito e una valutazione del tuo portafoglio

PARLA CON NOI

Salvate il soldato PIR. Tante commissioni, zero fondi all’economia reale. Banche e reti all’assalto del tesoro maledetto.

Come Investire - Fondi & ETF
Alla Commissione Finanze maggioranza e Forza Italia vogliono ritoccare la normativa sui Piani Individuali di Risparmio. Per il risparmio gestito il fiume di commissioni si è inaridito del tutto dopo la pessima revisione normativa giallo-verde e banche e reti spingono perché si ritorni alla pacchia precedente. I PIR dovevano far affluire i fondi verso le PMI, invece hanno arricchito qualcun altro. Che dopo il tonfo nella raccolta nel 2019 vuole avere il prodotto che si presta allo storytelling perfetto. Anche se i numeri raccontano un'altra realtà

Il soufflé dei PIR si sgonfia nel 2018 e mette a nudo tutti i difetti

Il soufflé dei PIR si sgonfia nel 2018 e mette a nudo tutti i difetti
Come Investire - News
Nel 2017 i Piani Individuali di Risparmio sono stati il cavallo di battaglia di banche e reti grazie allo zuccherino fiscale vantato e altri discutibili argomenti di vendita. Nel 2018 la forte discesa di Piazza Affari brucia tutti i guadagni e mette a nudo i difetti da noi denunciati un anno e mezzo fa. E ora nella legge di Bilancio il vincolo del 7% verso titoli quotati nei mercati non regolamentati e venture capital aggiunge altri problemi.